Verso il saluto agli amici cubani: per dire grazie, una raccolta fondi per un ospedale pediatrico dell’Avana

Verso il saluto agli amici cubani: per dire grazie, una raccolta fondi per un ospedale pediatrico dell’Avana

Oggi il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, con le asssessore Emanuela Nichetti e Cinzia Fontana, ha portato un saluto a medici e infermieri della brigata cubana “Henry Reeve”, confermando una visita in città dell’Ambasciatore nella giornata di mercoledì, per programmare il ritorno a casa della Brigata Cubana, in ragione della chiusura dell’ospedale da campo programmata dalle Autorità Sanitarie per il prossimo 25 maggio.

Nei prossimi giorni si organizzerà la loro ripartenza, ma non prima di un saluto ufficiale di Crema e del Cremasco, davanti al Palazzo Municipale, verosimilmente sabato 23 maggio, invitando anche gli amministratori del territorio, come ha spiegato il sindaco.

State per tornare dalle vostre famiglie”, ha detto il sindaco, a fianco del capobrigata dottor Alvarez che ne traduceva le parole, “e ci tengo a dirvi che tutti i cremaschi vogliono ringraziarvi infinitamente per quanto avete fatto e la nostra riconoscenza resterà impressa nella memoria di questa città”.

L’incontro ha fornito l’occasione per parlare dell’iniziativa “Amigos per toda la vita”, lanciata da Crema Volley e Virtus Crema con il partner  operativo Sport Team Crema, grazie alla vendita di T-Shirt finalizzate a una raccolta fondi destinati all’ospedale pediatrico “Juan Manuel Marquez”, nella provincia della Habana.

La maglietta può essere prenotata scrivendo ad alessandro@sportteamcrema.com indicando taglia e colore scelti, al costo di 10 euro.

Ma oggi l’Amministrazione ha colto anche l’occasione per lanciare una nuova e più ampia campagna, finalizzata ad alimentare questa raccolta fondi. Al di là della maglietta, è infatti anche possibile effettuare donazioni all’IBAN comunale T 74 Q 05034 56841000000638937, intestato a Comune di Crema presso Banco BPM, con causale “Solidarietà Cuba”. In collaborazione con l’Associazione Italia-Cuba, i fondi verranno poi trasferiti all’Ospedale Pediatrico “Juan Manuel Marquez” a Cuba.

Si tratta di una grande struttura storica dell’isola, indicata dagli stessi sanitari cubani per iniziative benefiche verso il loro Paese. L’ospedale nelle dimensioni attuali nacque proprio dopo una epidemia ed è stato progettato per fornire assistenza h24 a una popolazione di 420.000 bambini e adolescenti nei comuni di Marianao, Playa, La Lisa e nella parte occidentale della provincia dell’Avana, praticamente in tutte le specialità.

Lanciamo da oggi una campagna per questa raccolta solidale”, ha spiegato il sindaco, “ci sembra bello poter aiutare un ospedale cubano come voi avete aiutato il nostro nel momento del bisogno, mi auguro tanti cremaschi e cremasche possano rispondere per un piccolo, ma importante ‘effetto restituzione’, per dire grazie a voi e al vostro Paese per il vostro gesto, alla vostra presenza e il vostro impegno qui”.

 

 

(Visited 28 times, 6 visits today)