Viral marketing contro Guerriglia marketing. la differenza? Circa 2 euro l’anno

Viral marketing contro Guerriglia marketing. la differenza? Circa 2 euro l’anno

Sapete cosa sono le tecniche di guerriglia marketing? No? Ecco ve ne raccontiamo una storia, che in realtà sono due. Ma intanto prima diamo una notizia. Stasera, alle 18.00 presso la galleria del comune, si tiene la presentazione della lista Cittadini in comune, la lista per Stefania Bonaldi sindaco. Ma andiamo con calma. Qualche settimana fa Crema è stata inondata da manifesti gialli con la scritta Crema migliora, e sotto l’hashtag #cremamigliora. E’ apparsa altresì una pagina Facebook dallo stesso nome. Nelle settimane successive altri manifesti con scritte tipo: la scuola migliora, l’illuminazione migliora… Cose così. Manifesti giallo Bonaldi. Una classica campagna virale atta a destare curiosità.

Io infatti sono curioso e cerco di capire chi ci sia dietro, anche se era chiaro di chi si trattava, visto che su Facebook a poco a poco il sindaco ha preso ad usare l’hashrag Crema migliora. Quindi faccio la cosa più banale del mondo. Digito sulla barra degli indirizzi di Firefox l’indirizzo www.cremamigliora.it. Dico magari c’è già il sito. O magari non c’è ma tramite register si può vedere chi l’ha acquistato e risalire alla fonte.

Sorpresa. Il dominio è libero e bello, così come il .com. Sapete quanto costa acquistare un dominio in Italia per un anno? Dai 2 ai 6 euro, dipende tramite chi fai l’acquisto. Ora entra in ballo la Guerriglia marketing. I due domini li compriamo noi di Sussurrandom e piazziamo un bel reminder. Ergo da settimane chi cerchi Crema migliora su internet arriva a Sussurrandom. Nulla di illegale, nulla di scorretto. Solo siamo stati veloci.

All’epoca dell’avvio di internet si faceva. Gente che si è fatta le palle d’oro comprando i domini delle maggiori aziende prima che queste scoprissero la rete. Poi mi sono messo in attesa. Finalmente ieri arriva la convocazione per la presentazione della lista Bonaldi, maledizione si chiama Cittadini in comune e non Crema migliora, tra parentesi il sito www.cittadiniincomune.it è di una lista civica di Villongo.

Chi cacchio sono allora quelli di Crema migliora? Ma loro. Stano su un sito un banner pubblicitario inequivocabile che porta però al sito della Bonaldi. Allora perché fare una campagna virale con le parole d’ordine Crema migliora e poi chiamare la lista in modo diverso? Boh, peccato (per noi).  Comunque se vi servono possiamo darveli neh i domini…

Va beh adesso vado alla conferenza stampa di presentazione, sempre che non ci sia qualcuno che arriccia il naso per professione abusiva di giornalismo si sa questo blog è meglio de La Repubblica. Si è un messaggio privato, no non è indirizzato a quelli della lista di cui sopra.

Emanuele Mandelli

(Visited 220 times, 7 visits today)