Walter Della Frera: “Crema bene comune? Con la Bonaldi per il … bene comune”

Walter Della Frera: “Crema bene comune? Con la Bonaldi per il … bene comune”

Consigliere delegato allo Sport, il dottor Walter Della Frera, sì negli ultimi cinque anni, alla sua maniera e in modo costruttivo ha contribuito, in un certo senso a cambiare il modo di concepire e praticare la politica sportiva. E … pur non avendo la bacchetta magica, finalmente dopo tanti anni, grazie a una sinergia con la Pergolettese, questa giunta uscente, alla realtà cremasca è pure riuscita a regalare un nuovo campo di calcio (Velodromo). Col disponibile Walter, volentieri abbiamo scambiato due chiacchiere.

Perché i cremaschi dovrebbero rivotarvi?

Per consentirci di portare a termine l’ottimo lavoro svolto sin qui, per continuare a crescere insieme e per far crescere, appunto con noi, Crema.

A distanza di cinque anni è ritornata la vostra civica “Crema bene comune”?

Sì e da civici propositivi e protagonisti a tutti gli effetti e senza la finalità esclusiva di accalappiare voti e consensi, animati soltanto dalla voglia di fare siamo riusciti a costruire un programma tutto nostro, un documento programmatico sostenibile, concreto e caratterizzati da pochi, semplici e attuabili punti.

Vuoi elencarne qualcuno?

Il recupero del campo di calcio del Velodromo è un qualcosa di straordinario che mi riempie di orgoglio. Ora però, insieme al Coni e alla Federciclismo vorremmo riattivare l’intero monumento, compreso il circuito ciclistico. Un altro punto è il completamento della pista d’atletica, struttura questa già abbozzata che oltre alle società sportive servirà alle scuole, dato che l’atletica è la base, in un certo senso di tutti gli sport. Ma come giunta, sotto la regia del sindaco Stefania Bonaldi, donna che merita la rielezione, oltre a provvedimenti quali consentire, tramite il progetto Sport Disability, l’accesso gratuito ai diversamente abili in tutti gli impianti, abbiamo fatto e faremo da cabina di regia, seguendo la scia degli Stati Generali e ovviamente di “Crema Città Europea per lo Sport 2016”, al fine di valorizzare, promuovere, tutelare e lanciare varie discipline sportive.

Immagino che in caso di rielezione ripenserete alla riqualificazione della cosiddetta aerea della Pierina…   

E’ un po’ il pallino di Fabio Bergamaschi, l’idea di restituire alla città la Pierina. E Fabio, tra l’altro componente prezioso della nostra civica bene fa a perseguire tale obiettivo. Per quanto mi riguarda, quell’area dovrebbe diventare il punto di riferimento sportivo – ricreativo di tutti i cremaschi, diventando quel che la Baldesio di Cremona rappresenta per i cremonesi; soltanto la Pierina, una volta riqualificata sarà e resterà fruibile gratuitamente a tutti. Lanceremo inoltre un nuovo bando teso alla costruzione di un Palasport polifunzionale, quindi adatto alla ricezione di congressi, concerti ed eventi.

A proposito, ma vi siete mai chiesi quanti anni ha il dottor Walter Della Frera?

Ebbene, dinamico, infaticabile, instancabile, pragmatico, propositivo e (da buon ex) sportivo praticante, il buon Walter ha, (ma ne dimostra dieci meno) 67 anni portati splendidamente. Per la serie lo sport giova e mantiene giovani.

Tanto a far invecchiare poi ci pensa forse la politica. No?

Stefano Mauri

 

(Visited 158 times, 10 visits today)