Gentile, segue il nome scritto a biro, così per sembrare personali, “sono consapevole che il lavoro presso un Comune è diventato complesso e spesso può risultare frustrante”, inizia così una lettera che nei giorni scorsi hanno ricevuto tutti i dipendenti del comune di Crema, firmata dal sindaco Stefania Bonaldi.

Oggetto della lettera? Presentare ai dipendenti il progetto In… tempo. Ovvero quattro servizi di cui potranno usufruire a tariffe agevolate: la stireria aziendale, il maggiordomo aziendale, il babysitting e le pulizie straordinarie.

Ma perché questa scelta? Prosegue la lettera:

“Cala il numero dei dipendenti comunali a causa dei limiti posti dalle leggi di stabilità, il contratto di categoria è bloccato da anni, sono impossibili progressioni orizzontali e verticali, le risorse destinate alla produttività individuale sono limitate e talora distribuite in modo da creare scontento. Al contempo i cittadini, i nostri “clienti”, diventano sempre più esigenti e chiedono risposte immediate. Molti di loro possiedono solide ragioni, ma spesso diventiamo ingiustamente destinatari di loro sfoghi e reprimende per questioni di cui non siamo direttamente responsabili”.

Si tratta di un progetto del settore welfare/politiche sociali per chi lavora almeno 25 ore la settimana.

(Visited 17 times, 9 visits today)
Share