Assemblea Consorzio.it, 22 Aprile 2024 Bilancio 2023, Budget 2024 e rinnovo Consiglio di amministrazione

Assemblea Consorzio.it, 22 Aprile 2024 Bilancio 2023, Budget 2024  e rinnovo Consiglio di amministrazione

Ieri sera nella sede di Consorzio.it si è svolta, di seguito alla seduta del Comitato di Controllo ed Indirizzo, l’assemblea per l’approvazione del Bilancio 2023 e di nomina del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale alla presenza di oltre il 91% del capitale sociale.

 

  • BILANCIO 2023 e BUDGET 2024

La Presidente Dott. ssa Alessandra Vaiani ha illustrato il consuntivo 2023 con entrate pari a 5.069.575 ed un utile di circa 700.000 Euro da cui sono stati accantonati per la progettazione del sistema ciclabile 550.000 euro. L’esercizio 2023 si è quindi chiuso con un utile effettivo di 146.981 Euro dopo aver accantonato ulteriori 5.136 euro per le tasse.

Un risultato decisamente positivo, oltre le aspettative, che consente tra l’altro di rendere a disposizione risorse per la progettazione della ciclabili, unitamente a quanto era già stato accantonato l’anno scorso, circa 870.00 euro complessivi.

L’amministratore delegato ing. Bruno Garatti ha quindi illustrato le prospettive societarie con il Budget 2024 che dovrebbe per la prima volta superare la soglia dei 6 milioni di euro a seguito del deciso sviluppo aziendale di questi ultimi anni e del contributo connesso ai finanziamenti PNRR.

L’ing. Garatti nel presentare  il Piano investimenti (circa 3,5 milioni nel 2024 e 3,8 milioni nel 2025) ha illustrato ai soci anche il complesso patrimoniale della società. La dote finanziaria di Consorzio, disponibile ad oggi per investimenti territoriali strategici, sfiora ormai i 15 milioni di euro. Nel corso del 2023 tale diponibilità ha generato, causa le condizioni di mercato favorevole, anche un’entrata finanziaria importante (circa 300.000 euro). L’ing Garatti ha anche sottolineato come anche il pacchetto azionario di A2A, ricevuto dalla cessione di Lgh,  genera stabilmente una redditività importante; le azioni, ai valori di mercato attuali, hanno un valore di circa 13 ml di euro. A questo vanno aggiunti i vari assets di proprietà che generano ulteriori rendite (piattaforme rifiuti, canile, varchi, impianti fotovoltaici), oltre ad immobili ed aree, evidenziando quindi una struttura patrimoniale della società decisamente solida.

Ne è seguito un dibattito propositivo e sviluppatosi in un clima decisamente sereno che ha condotto alla votazione ALL’UNANIMITA’ del Bilancio 2023 e del Budget 2024 .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • “Mission” e rinnovo del Consiglio di amministrazione

La proposta di nomina è stata portata all’attenzione dei soci dal Presidente Gianni Rossoni attraverso un documento che era stato precedentemente definito e concordato dal Comitato indirizzo e controllo nei giorni precedenti.

Dopo aver ringraziato l’intero Consiglio e il Collegio Sindacale per l’ottimo lavoro svolto in questi anni il Presidente Rossoni ha messo in evidenza che:

Grazie al costante e proficuo lavoro del Consiglio uscente, che si ringrazia per l’impegno profuso in questi anni, molti obiettivi sono stati strategicamente raggiunti in questi anni consentendo così di aprire una fase nuova e positiva con un forte recupero “di centralità” della società all’interno del territorio caratterizzata da:

  • un approccio più condiviso tra i Sindaci -più coinvolti nell’azione della società – e da una dialettica più propositiva che ha saputo andare oltre le divisioni del recente passato
  • conclusione dell’esperienza delle società “di capitali” (e liquidazione di SCRP)
  • rilancio di it in modo forte ed autorevole come “luogo di supporto agli Enti nell’erogazione di servizi” nonché come “centro di competenza e progettazione” a supporto degli stessi

E che:

In questi anni, anche in coerenza al percorso sopra descritto, si è dato anche un forte impulso al  rilancio dell’esperienza dell’ Area Omogenea Cremasca e, con il suo riconoscimento istituzionale, Consorzio.it si è conseguentemente  configurato sempre più come il suo “braccio operativo”.

Consorzio.it ha anche allargato il suo braccio d’azione e si è rilevato supporto prezioso anche per molti altri Comuni, in particolare dell’area Cremonese e Lodigiana.

 

Ha quindi illustrato “la mission” su cui consolidare la prospettiva aziendale:

1) Consolidare la sfida dei servizi “aggregati, sostenibili e diffusi” sul modello già avviato in modo da:

– offrire la stessa qualità in tutti i comuni soci, dal più grande al più piccolo

– sviluppare, consolidare e supportare gli enti su progetti territoriali in particolare nell’ambito delle sfide innovative di transizione digitale, ambientale ed energetica

….continuando a sfruttare PNRR (residuo) e i Bandi a disposizione….

avviare un percorso di confronto sull’importante tema “gestione RIFIUTI” preparatorio ai nuovi affidamenti del servizio previsti per il 2027.

2) Consolidamento del ruolo di “braccio operativo” dell’Area Omogenea cremasca supportandola anche nelle sue azioni di pianificazione e programmazione di “asset territoriali” strategici oltre che in azioni di “marketing territoriale”

3) Utilizzo del patrimonio aziendale per lo sviluppo di progetti specifici strategici per il territorio condivisi, pianificati e programmati territorialmente.

4) Supporto operativo a tutti i Comuni dei territori limitrofi (soci e non) che ne faranno richiesta, favorendone l’ingresso nella compagine societaria (anche al fine di ampliare il limite imposto dalla cosiddetta “Legge Madia” dell’ 80% del fatturato “in house”) e chiudendo definitivamente anche il percorso di ingresso dei soci ex recedenti SCRP.

5) Supporto operativo alle strutture organizzate territoriali (Comunità sociale cremasca, ASST, sistema scolastico, RSA, ecc..) su progetti specifici, laddove richiesto,  in rapporto con i Comuni di riferimento.

E quindi:

Soprattutto in considerazione del fatto che:

– l’attuale Consiglio di amministrazione è stato nominato solo nel Dicembre 2021 e quindi non è rimasto in carica neppure per un mandato “pieno,

– l’esigenza di adeguare lo Statuto ed il regolamento del Comitato di Indirizzo e Controllo alla realtà consolidatasi in questi anni

– la necessità di dare la massima continuità alla fase positiva apertasi e cominciare fin da subito ad affrontare gli obiettivi sopra elencati.

Considerando anche:

– l’esigenza di dare continuità in questo anno “elettorale” all’attività dell’Area Omogenea le cui rappresentanze scadranno anch’esse nel 2025 

Il Presidente Rossoni a nome del Comitato di Indirizzo e Controllo della società ha proposto all’Assemblea la conferma dell’intero Consiglio di Amministrazione composto da:

  • ssa Alessandra Vaiani (Presidente del Cda)
  • Bruno Garatti (Amministratore Delegato)
  • Andrea Venuto (consigliere)

per un’ulteriore anno e fino all’approvazione del Bilancio 2024

Al fine di iniziare a lavorare sugli obiettivi indicati, oltre che per continuare a favorire un maggiore e più diretto dialogo tra l’Azienda e i Comuni soci, ed alla luce dei risultati ottenuti in questi anni, si conferma l’ing. Bruno Garatti nel ruolo di Amministratore delegato, confermandogli le deleghe operative già assegnate anche per continuare il lavoro di organizzazione della struttura aziendale.

  • Nomina del Collegio Sindacale

Per quanto riguarda il Collegio Sindacale è stato proposto quindi il rinnovo triennale (così come previsto dal codice civile) dei seguenti Sindaci :

Sindaci effettivi:

  • Mario Tagliaferri (Presidente)
  • Francesco Borsieri
  • ssa Marta Fusar Bassini

Anche le proposte di rinnovi sono state approvate AlL’UNANIMITA’ dai Sindaci soci

Soddisfazione è stata espressa alla fine da tutti i partecipanti per il clima sereno, il contributo propositivo emerso dalla discussione e la forte unitarietà con cui si è svolta l’Assemblea

ALLEGATI

  • Bilancio 2023 e Budget 2024
  • Piano investimenti 2024-2025
(Visited 11 times, 11 visits today)