Andare a vivere da soli, quanto costa nel 2023? Idee e consigli per risparmiare

Andare a vivere da soli, quanto costa nel 2023? Idee e consigli per risparmiare

Molte persone sentono l’esigenza di vivere da sole e di gestire la propria vita in completa autonomia. Tuttavia, sappiamo benissimo che andare a vivere da soli comporta delle spese, spesso non facili da sostenere. Per questo motivo, sono sempre di più le persone che si informano sui costi necessari per sostenersi e non solo (è infatti importante anche saper gestire i propri risparmi per potersi concedere qualche sfizio). In questo articolo, verranno condivisi i consigli e le ricerche su come vivere da soli nel 2023 risparmiando il più possibile.

Andare a vivere da soli: tutte le spese da prevedere prima e dopo l’ingresso in casa

Andare a vivere da soli è un passo importante nella vita di ognuno, ma può anche rappresentare una grande sfida finanziaria. Secondo uno studio, vivere da soli in Italia costa in media circa 830€ al mese, considerando l’affitto, le utenze, l’alimentazione, i trasporti e altre spese. Tuttavia, bisogna considerare anche le spese iniziali per avviare una casa, come la caparra, gli allacciamenti e il subentro delle utenze. Queste spese possono variare a seconda della città in cui si vive, ma in generale, la caparra equivale a 2 o 3 mesi di affitto, mentre gli allacciamenti e il subentro delle utenze possono costare fino a 200€.

In caso di abitazione non completamente arredata, bisogna prevedere anche i costi per l’acquisto dei mobili e degli elettrodomestici, che in alcuni casi potrebbero essere particolarmente onerosi, ammenoché non si decida di sfruttare il bonus in vigore quest’anno. Una volta entrati nella nuova casa, si dovranno poi affrontare tutte le spese fisse indispensabili. Alcune di queste saranno quotidiane, come gli acquisti dei beni alimentari, altre mensili (o anche bimestrali o trimestrali), come le bollette, in particolare quelle relative all’elettricità, al gas e all’acqua.

Come risparmiare sulle spese fisse in casa: idee e consigli utili per il 2023

Per ridurre le spese fisse in casa, ci sono diverse azioni che si possono adottare per risparmiare sui costi. Un primo ambito in cui è possibile ridurre i costi è quello della spesa alimentare. Pianificare la spesa con attenzione, cercare prodotti a prezzo ridotto e tenere d’occhio il prezzo al kg è sicuramente una condotta molto utile. Un’altra area in cui si può economizzare in maniera efficace è quella delle bollette. Leggere e confrontare i contratti di luce e gas può portare a trovare offerte davvero vantaggiose. Al fine di svolgere al meglio questo compito, si può pensare di scegliere tra i fornitori del mercato libero delle offerte luce e gas insieme, che possono risultare più vantaggiose rispetto a quelle a singola utenza. Da tener presente, inoltre, che è sicuramente molto utile attuare dei piccoli accorgimenti, come regolare la temperatura dell’acqua calda e non lasciare gli elettrodomestici in stand-by.

Ancora, è possibile ridurre le spese abbonamenti, come quelli per la TV via cavo o per la palestra, o cercare offerte più convenienti. Questo può comportare l’utilizzo di pacchetti combinati o di piattaforme online. Seguendo questi semplici consigli, è possibile ridurre le spese fisse e risparmiare sui costi. In generale, l’attenzione alle offerte sul mercato e l’adozione di abitudini di consumo responsabile possono fare la differenza nella gestione del bilancio complessivo.

(Visited 16 times, 2 visits today)