Ha ragione Antonio Grassi: intorno alla caramella Polo c’era almeno la menta. Attorno alla provincia di Cremona il nulla, quindi Crema guardi a Lodi e Treviglio. No? 

Ha ragione Antonio Grassi: intorno alla caramella Polo c’era almeno la menta. Attorno alla provincia di Cremona il nulla, quindi Crema guardi a Lodi e Treviglio. No? 

“Polo, un buco con la menta intorno. La pubblicità è datata, ma ha funzionato a meraviglia e le caramelle sono state un successo. Oggi sono quasi introvabili, ma lo slogan con un piccolo aggiornamento può essere riciclato…”

Questo l’incipit dell’editoriale, intitolato: “La provincia di Cremona, un buco con intorno nulla…”,

scritto e firmato, dal giornalista, scrittore e sindaco di Casale Cremasco, Antonio Grassi per il sito internet (non male la nuova proposta editoriale del giornalista Mario Silla) Cremona Sera.
E l’Antonio con la sua scrittura acuta, ecco non ha torto. A sostegno di tale interpretazione c’è pure il fatto che il Masterplan 3C, bella intuizione adottata dall’Associazione Industriali di Cremona anni fa per rilanciare il territorio, mah … alla fine ha provocato ulteriori divisioni per il Cremonese, Il Casalasco e il Cremasco, terre diverse tra loro che mai, probabilmente formeranno un territorio unito e forte. Che fare allora? Forse, più che mai è ora che Crema inizi a guardare a Lodi e Treviglio, città limitrofe e forse più vicine alle esigenze del Granducato del Tortello rispetto a quello del Marubino di Cremona. No?
sm
(Visited 147 times, 25 visits today)