Olio di CBD per combattere lo stress: funziona davvero?

Olio di CBD per combattere lo stress: funziona davvero?

Stai cercando un rimedio naturale ed efficace per combattere lo stress quotidiano e qualcuno ti ha parlato dell’olio di CBD?

Il CBD è una sostanza priva di controindicazioni, ma ricca di effetti benefici testimoniati non solo da chi ne fa uso, ma anche da numerose ricerche. Sono sempre più numerosi i ricercatori e i medici che si interessano a questo argomento, in particolare da quando la Cannabis Light è diventata legale e il suo utilizzo per fini terapeutici è stato approvato dall’OMS.

Ultimamente, come puoi scoprire leggendo questo articolo, è stato addirittura creato un Master Universitario incentrato sulla Cannabis.

In questo articolo cercheremo di capire se l’olio di CBD può davvero aiutare a combattere lo stress e superare gli attacchi di ansia o se si tratta delle solite trovate commerciali.

Cannabidiolo e gli effetti sul sistema endocannabinoide

Estratto dalla Cannabis Sativa, il CBD o cannabidiolo è una molecola priva di effetti allucinogeni o psicoattivi che, una volta assunta, interagisce autonomamente con i recettori del sistema endocannabinoide; in particolare, con il CB1, il CB2 e il GPR55.

A differenza del THC, altro cannabinoide estratto dalla canapa, il CBD non si lega con i recettori, ma ne regolarizza e stimola il funzionamento. Tale interazione favorisce un rilassamento generalizzato che riduce gli stati ansiosi e lo stress, regola il ciclo del sonno e aumenta il buonumore.

Il CBD può essere dannoso?

Il fatto che venga estratto dalla canapa potrebbe incutere qualche timore e far pensare che si tratti di una sostanza psicoattiva in grado di causare dipendenza.

Per nostra fortuna non è così: il CBD è totalmente innocuo e, a patto che non si sia allergici al composto e non se ne assuma più del necessario, non causa reazioni avverse. Anche l’OMS ha riconosciuto, nel 2019, i benefici terapeutici di questa sostanza, chiedendone l’eliminazione dall’elenco delle sostanze dannose e prive di effetti benefici.

Sono numerosi gli studi che hanno dimostrato come l’assunzione di oli di CBD possa ridurre l’ansia e lo stress, tanto che numerosi medici oggi prescrivono questo rimedio naturale ai loro pazienti.

Il CBD è diverso dal THC?

CBD e THC, pur venendo entrambi estratti dalla Cannabis Sativa, sono due sostanze diverse.

Il THC è una sostanza psicotropa, allucinogena e in grado di dare dipendenza. Considerata una droga a tutti gli effetti, nonostante i riconosciuti benefici terapeutici, non può essere consumata liberamente.

Combattere lo stress con l’olio di CBD

Abbiamo dunque visto che l’olio di CBD è davvero efficace per contrastare l’ansia e lo stress.

Estratto da canapa contenente meno dello 0,2% di THC, l’olio di CBD deve essere assunto nel modo corretto e senza abusarne in quanto, come qualsiasi principio attivo, un consumo eccessivo potrebbe causare qualche fastidio.

I principali sintomi di un’assunzione errata di questo olio sono:

  • bocca secca
  • nausea
  • sonnolenza
  • aumento dell’appetito.

Chi assume farmaci per curare altre malattie, prima di assumere CBD dovrebbe chiedere consiglio al proprio medico di fiducia in quanto i principi attivi potrebbero diminuire l’efficacia delle medicine.

Come assumere l’olio di CBD per combattere lo stress

Assumere l’olio di CBD è facilissimo. È sufficiente mette poche gocce di prodotto sotto la lingua, area della bocca caratterizzata dalla presenza di molti vasi sanguigni, e il gioco è fatto. Il prodotto verrà immediatamente assorbito e entrerà in circolo, manifestando in poco tempo i primi effetti benefici e riducendo un po’ alla volta lo stress.

L’olio può essere assunto in qualsiasi momento della giornata, in base alle necessità del momento. Ad esempio, nel caso in cui si dovesse sostenere un importante esame scolastico o universitario, si potrebbero prendere le gocce un’ora prima, così da dare alla sostanza il tempo di fare effetto.

Quante gocce assumere

Non esiste un quantitativo valido per tutti in ogni occasione. Il numero di gocce dipende infatti dall’intensità e dalla frequenza dei sintomi da trattare.

Nel caso in cui si volesse contrastare lo stress causato da una situazione momentanea, come un colloquio di lavoro o una conferenza, possono bastare 10 gocce; se invece si soffre di ansia ricorrente, potrebbero essere necessarie 15 gocce di olio di CBD.

Olio di CBD: dove si acquista

Ora che conosci i benefici dell’olio di CBD e hai capito che non si tratta di una trovata commerciale, in quanto i suoi effetti nel contrastare l’ansia e lo stress sono attestati da numerose ricerche, ti stai chiedendo dove acquistarlo.

Il canale più rapido per comprare questo prodotto è il web. Online si trovano ecommerce come quello di JustBob specializzati nella vendita di prodotti a base di CBD, olio compreso. Nel caso preferissi rivolgerti a negozi fisici, potrai cercare dei rivenditori specializzati nella tua città.

 

(Visited 14 times, 4 visits today)