Leonardo del Priore racconta il cammino di Francesco ad Assisi

Leonardo del Priore racconta il cammino di Francesco ad Assisi

Di solito quando vi parlo di cammino, mi soffermo sempre sull’aspetto tecnico/sensoriale, ma un camminatore sa molto bene che uno degli aspetti più affascinanti nell’immergersi nei lunghi passi, è: la contemplazione. Vi è un momento in cui presi dalla fatica, dal piacere, dalla curiosità e\o dai pensieri, iniziano a germogliare nella testa ragionamenti e riflessioni, su di se e su ciò che ti circonda e sulla natura dell’uomo e delle cose. Ecco il cammino di Francesco affrontato da me e compagni, ti pone subito innanzi la vita di un uomo, al di la del contesto religioso, un uomo che ha saputo conciliare momenti per stare insieme ad altri, con momenti di solitudine e contemplazione.

Un uomo che aveva capito che la più grande forza era nell’animo e non nelle sue vesti, quasi a testimoniare quella che ad oggi è la realtà della nostra società, dove noi, con il cammino andiamo a ricercare le nostre nudità interiori. Il cammino di Francesco offre l’opportunità di immergersi immediatamente nella riflessione, mentre si apprezza passo dopo passo principalmente l’umbria fatta di molte salite e molte discese.

Il cammino di per se è molto bello, molto nel verde e presenta delle varianti, che non tutti i libri riportano, di sentiero notevoli. Ma in alcuni casi alcuni segnali ‘UFFICIALI’ sviano è bisogna stare molto attenti. Molte le città di pregevole STORIA ma qui l’italia sappiamo che è un campo dorato : San Sepolcro, Città di Castello, Pietralunga, Gubbio e Assisi, per citarne alcune. I pensieri che scaturisce tale percorso, relativi all’animo dell uomo è al suo ruolo, mi inducono a consigliarvelo, per un periodo di tempo da voi scelto che di sicuro apprezzerete.

Buon cammino a tutti.

Leonardo Del Priore

(Visited 22 times, 6 visits today)