Mickey Rourke recita sul ring? Silvano Usini, campione vero si dà alla corsa

Mickey Rourke recita sul ring? Silvano Usini, campione vero si dà alla corsa

Non ritorna a combattere Silvano Usini, campionissimo di pugilato ritiratosi nel 2002 da campione Intercontinentale in carica, una vita sul ring la sua costellata da tante vittorie e prestazioni di valore assoluto, affermazioni che però non sono bastate a garantirgli borse e ingaggi importanti. Anzi, ai tempi per le sue prestazioni da pugile professionista solo briciole e ingaggi ridicoli.

Pur lontano dal ring comunque, tra un impegno e l’altro nella sua carrozzeria Italia di Bagnolo Cremasco, il buon Silvano da uomo di sport è oggi sempre in movimento e recentemente ha corso la Marian Ten (corsa non agonistica inserita nel contesto della “Maratonina Città di Crema”) ottenendo un buon piazzamento. A proposito con lui ha corso pure sua moglie Margherita e fino all’ultimo gli ha tenuto testa, ma al fotofinish, per un’irrisoria manciata di centesimi di secondo, l’ex combattente di classe (al centro del quadrato era uno spettacolo di cuore e tecnica) ha piazzato l’acuto arrivando prima della compagna; entrambi tuttavia meritano un plauso per il buon risultato conseguito con pochi allenamenti nelle gambe. Con l’ex campionissimo della noble art abbiamo scambiato due parole.

Dunque ti sei dato alla corsa…

Si corro spesso e sempre con Margherita. Insieme abbiamo deciso di partecipare alla Marian Ten, kermesse affascinante che si snoda tra le altre cose nel bellissimo centro storico di Crema. E correre in via Mazzini è spettacolare, impagabile, ti mette addosso una carica speciale.

Che ne pensi di Mickey Rourke fresco sessantaduenne appena tornato a tirare di boxe…

Non penso nulla, semplicemente tutto questo conferma che il mondo pugilistico beh messo bene non è. In merito ne avrei da dire di cotte e di crude l’ho detto tempo fa pure ad un giornalista della Gazzetta dello Sport che mi aveva contattato. Richiamami che sparo a zero sul sistema gli dissi: sto ancora aspettando la sua chiamata.

Il tuo amico Gigliotti, vinto ai punti il suo match del buon ritorno all’estero, attende di fare il secondo incontro in Italia.

Lui sa come la penso e sa che io mai avrei rimesso o rimetterei i guantoni. Ciò detto complimenti a Gigliotti, contento lui, contenti tutti.

Tra un anno rifarai la Marian Ten o ti cimenterai nella più agguerrita Maratonina?

Mah, vedremo!

Stefano Mauri

 

 

 

(Visited 105 times, 33 visits today)