Antonio Bozzo descrive Crema e il Festival Imondidicarta come solo lui sa scrivere, fare, descrivere e illuminare

Antonio Bozzo descrive Crema e il Festival Imondidicarta come solo lui sa scrivere, fare, descrivere e illuminare

Giorni cremaschi, che non saranno come quelli licenziosi di Clichy descritti da Henry Miller, ma sono altrettanto ricchi di tentazioni. La prima si chiama tortello cremasco, con il ripieno dolce anche se servito come un primo. L’altra si chiama Imondidicarta, festival culturale e gastronomico alla sesta edizione, che ha avuto il suo acme il fine settimana appena trascorso. Con ospiti come Gerry Scotti, Livia Pomodoro, Settimio Benedusi, Igor Cassina e noti chef, impegnati a spiegare i loro segreti a un pubblico attento. Dicono che Crema sia una città piccola ma vivace. Confermo. Buona serata con una galleria di immagini, e perdonate se alcune non sono tecnicamente ineccepibili. Benedusi mi perdonerà.
Sì Antonio Bozzo (nella foto è con Livia Pomodoro), giornalista illuminato sa scrivere come pochi: Chapeau a lui. Applausi a Crema. RiChapeau al Festival Imondidicarta.

Stefano Mauri

(Visited 110 times, 28 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *