Cassano, Balotelli, Prandelli: dovevano spaccare il Brasile, dove sono finiti?

Cassano, Balotelli, Prandelli: dovevano spaccare il Brasile, dove sono finiti?

Antonio Cassano? Disoccupato, ma comunque fortunato visto il conto in banca, dallo scorso mese di gennaio, gradirebbe tornare a giocare nella Sampdoria, ma per adesso nessuno se lo fila e soprattutto nessuno se lo piglia. Mario Balotelli? Non pervenuta, causa prestazioni minime e misere la sua ultima stagione agonistica al Liverpool. Ormai il “Balo” (a proposito è da un po’ che non si vede in terra cremasca, prima ogni tanto ci capitava, ndr) appare pochissimo persino sui vari social forum, che diavolo gli sta succedendo? E se tornasse all’Inter o finisse alla Samp o al Genoa? Mah. Mister Prandelli? Ultimamente ha fatto più notizia una sua apparizione, in un film amatoriale, nella sua Orzinuovi.

A Cesare fu Claudio, ex “Mago di Orz”, calcisticamente parlando non gli interessa più un progetto, preferirebbe un club per provare a vincere. Calciatori potenzialmente in grado di risolvere le partire da soli, causa una testa per così dire un po’ così, Cassano e Balotelli non hanno mai sfondato del tutto. L’età anagrafica concede ormai margini solo al secondo. Vedremo cosa combinerà. Prandelli? Il tecnico cremasco d’adozione, sportivamente parlando si è perso nell’estate 2012: la sbornia presa nella finalissima all’Europeo contro la Spagna non gli è ancora passata. A proposito: l’allora Ct Prandelli, nel maggio 2014, per provare a sbancare il Mondiale in Brasile a quell’epoca alle porte puntò parecchio sulla coppia di fantasisti nel pallone? Beh ci ricordiamo tutti vero come andò a finire?

Stefano Mauri

(Visited 19 times, 5 visits today)