Corteo antifascista e razzista ignorato dalla città, forse è meglio ripensare a certe forme di lotta

Corteo antifascista e razzista ignorato dalla città, forse è meglio ripensare a certe forme di lotta

Sabato 28 dicembre si è tenuto il corteo antifascista, antirazzista, anti tutto dei centri sociali (credo). Questura e stampa daccordo: i presenti si potevano contare in pochi istanti. Trenta/quaranta. L’ultima volta che la nostra città ha visto un corteo “vivace” è stato per Ramelli si Ramelli no.

Anche voci della sinistra cremasca si lasciano sfuggire tra i denti: era meglio un presidio e basta. Una volta i cremaschi guardavano con sospetto questo tipo di iniziative. Oggi più con indifferenza. Lo struscio degli acquisti pre pre pre natalizi è proseguito senza un plisse.

Dispiace. Detto che boh, una iniziativa del genere aveva davvero poco senso. Sopratutto oggi che viene tacciato di razzismo chi vuole difendere l’identità culturale italiana. Ma sopratutto quando anche a sinistra ci si spacca su cosa sia meglio fare o meno, vedi la querelle Natale a scuola.

Insomma forse è meglio ripensare certe forme di manifestazione. O spenderle meglio.

(Visited 36 times, 4 visits today)