Così il professor Vittorio Dornetti sul blog “L’angolo del Dornetti” stronca il film Suspiria di Luca Guadagnino

Così il professor Vittorio Dornetti sul blog “L’angolo del Dornetti” stronca il film Suspiria di Luca Guadagnino

Luca Guadagnino ha dichiarato in un’intervista che Suspiria di Dario Argento (l’avventura allucinante di una ballerina di danza classica incappata in una scuola di danza che si rivela essere la dimora di una congrega di streghe) lo ha affascinato sin da bambino, e forse lo ha condizionato nella sua scelta artistica. Deve essere andata proprio così: di sicuro lo hanno colpito del modello alcuni tratti che ha riprodotto nel remake (o cover come preferisce definirlo Tilda Swinton): la pioggia continua e battente, l’atmosfera – e il colore – cupo, un impasto cromatico di netta impronta espressionista. La concezione filmica di Argento e la sua tecnica sono invece lontanissime, come il regista (correttamente) sceglie di mostrare fin da subito. Introduce infatti, dalla prima inquadratura, il peso della realtà; o, meglio, il risvolto negativo della storia contemporanea, il suoi lato in ombra, che comprende, in un complesso che di storico non ha nulla, il terrorismo della banda Baader – Meinholf, quello palestinese e i residui del nazismo.

Il resto del pezzo QUI

(Visited 202 times, 33 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *