Crema ,esercizio del Diritto di Voto dei Aire e temporaneamente all’estero

Crema ,esercizio del Diritto di Voto dei Aire e temporaneamente all’estero

Le Elezioni Europee rappresentano un momento cruciale per la partecipazione democratica dei cittadini italiani, sia quelli residenti all’estero sia coloro che si trovano temporaneamente fuori dal territorio nazionale. Nel contesto dell’Unione Europea, dove la mobilità dei cittadini è sempre più diffusa, è fondamentale garantire a tutti il diritto di voto, indipendentemente dalla loro posizione geografica. In questo articolo, esamineremo le modalità attraverso cui i cittadini iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) e coloro temporaneamente all’estero possono esercitare il loro diritto di voto nelle Elezioni Europee del 2024.

Voto all’Estero
I cittadini italiani residenti in uno Stato membro dell’Unione Europea e iscritti all’AIRE hanno la possibilità di esprimere il loro voto all’estero. Possono farlo in due modalità distinte:

Voto per i candidati locali del Paese di residenza: Questa opzione consente ai cittadini di votare per i rappresentanti del Paese in cui risiedono. Devono presentare una domanda di opzione di voto per i candidati locali presso il Comune estero. L’iscrizione alle liste elettorali del Paese estero comporta la cancellazione dalle liste elettorali del Comune italiano di iscrizione. Questi elettori potranno votare solo presso i seggi del Comune estero.

Voto per i membri del Parlamento Europeo spettanti all’Italia: Coloro che non optano per il voto a favore dei candidati locali hanno la possibilità di votare per i membri del Parlamento Europeo italiani senza necessità di presentare ulteriori dichiarazioni.

I cittadini italiani temporaneamente all’estero per motivi di studio o lavoro possono altresì esercitare il loro diritto di voto per i rappresentanti italiani del Parlamento Europeo. Devono presentare un’apposita domanda all’ufficio consolare di riferimento entro il termine tassativo del 21 marzo 2024. Il voto si esercita presso i seggi istituiti dagli uffici consolari e i votanti riceveranno un certificato elettorale con le informazioni necessarie per partecipare alle votazioni. In caso di mancata ricezione del certificato elettorale, è possibile contattare l’ufficio consolare competente per richiederne uno sostitutivo.

Voto in Italia
Gli elettori italiani residenti all’estero che rientrano in Italia, in caso di rimpatrio, hanno la possibilità di votare per i rappresentanti italiani al Parlamento Europeo presso il proprio Comune di iscrizione elettorale. Devono presentare un’apposita domanda all’ufficio elettorale del Comune entro il giorno precedente alla votazione, esibendo il certificato elettorale ricevuto al proprio domicilio estero.

È importante sottolineare che il “doppio voto” è penalmente sanzionato. Ciò significa che chi vota per i candidati al Parlamento Europeo del Paese estero di residenza non può votare anche per quelli italiani, e viceversa. Allo stesso modo, chi vota per i candidati italiani all’estero non potrà farlo anche in Italia, e viceversa. Nessun elettore può votare più di una volta durante le stesse elezioni.

Ulteriori Informazioni
Per ulteriori informazioni e per accedere alla modulistica necessaria, è possibile contattare l’Ufficio Elettorale del Comune di Crema, situato in Piazza Duomo 25. È possibile raggiungere l’ufficio via telefono al numero 0373-894412–411 o via e-mail all’indirizzo ufficio.elettorale@comune.crema.cr.it. Inoltre, il Ministero degli Affari Esteri fornisce informazioni aggiuntive riguardo alle elezioni e al diritto di voto per i cittadini italiani all’estero.

(Visited 8 times, 8 visits today)