Da qualche parte nel nord Italia i volti dei 15 mila arrivati a Crema sulle orme di Oliver e Elio

Da qualche parte nel nord Italia i volti dei 15 mila arrivati a Crema sulle orme di Oliver e Elio

Vale la pena, c’è tempo fino al 10 febbraio, fare un salto presso la Pro Loco di piazza Duomo. E’ stata, infatti, inaugurata la mostra “Somewhere in northern Italy”. Un collage fotografico che mette assieme in centinaia di foto le storie di 15 mila visitatori da 44 paesi diversi arrivati a Crema dal gennaio dello scorso anno sulle orme delle storie e dei luoghi del film Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino. Un lavoro enorme, di contatti e di pazienza, svolto soprattutto dai due artisti cremaschi Anna Lopopolo e Michele Mariani che in questi mesi hanno prestato servizio civile in Pro Loco portando un’aria nuova. Volti sorridenti di persone arrivate nella città giocatolo in quei luoghi che, citando le parole del sindaco Stefania Bonladi in fase di inaugurazione, si sono legati indissolubilmente al film. Quindi polemiche del regista o fughe dalla città Crema continua ad accogliere chi viene a cercare le tracce di Oliver e Elio. Mi sono accorto personalmente giusto ieri del fenomeno. Al laghetto dei riflessi di Ricegno per la realizzazione di un corto ho assistito alla sfilata, in una giornata davvero fredda, di 2 turiste francesi, 3 tedeschi e 2 ucraini.

Emanuele Mandelli

(Visited 69 times, 6 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *