Domenica spareggio che vale la serie C e la stagione tra Pergolettese e Modena

Domenica spareggio che vale la serie C e la stagione tra Pergolettese e Modena

Io Ci Credo”: tutta la Crema social e sociale quindi, in fermento, si sta mobilitando per sostenere, tifare e spingere il Pergo in C nello spareggio col Modena, che il momento, mai come ora è topico. Del resto come ha ricordato Fabio Bergamaschi, assessore e tifosissimo gialloblù, o meglio, sincero, appassionato Cannibale Rock, la serie C per i modenesi (battibili, molli e distratti) è un’ossessione (e le ossessioni… vedi la Juve in Champions portano sfortuna), mentre per la Pergolettese è un meraviglioso, sereno sogno.

Ciò detto però, dopo aver applaudito la Pergolettese vittoriosa e corsara settimana scorsa nella palude di Sasso Marconi, ecco adesso tifosi e calciatori, così per vedere l’effetto che fa, per godere il momento, per prepararsi all’evento e, soprattutto per non arrivare stremati, stressati (un pochino come capita alla Juventus nelle varie finalissime perse di Champions League) al match clou, mah farebbero bene a svuotare la testa e ad accendere il cuore pensando soltanto, proprio con l’animo impegnato, ma leggero, all’evento calcistico inteso come tale.

Provocazioni, polemiche, ripensare al passato o agli arbitri, al blasone modenese (ma il peso politico, naturalmente bisogna metterlo in conto, ma … non troppo), caricare eccessivamente di contenuti la disfida… sì son tutte cose che alla lunga svuotano e snervano.

Ergo occhi da tigre e buona partitissima a tutti che, beh in fondo la serie C, sulle sponde cremasche del Serio (o Cresmiero se preferite) cannibali è di casa. Orsù tra Pergo e Modena a essere fuori luogo nella finalissima che vale una stagione è la truppa emiliana (ah l’affaire per salire di categoria attraverso il titolo sportivo del Carpi parrebbe sfumato), stremata da una stagione che doveva essere diversa (e vincente) e da polemiche societarie interne. E allora… mai come ora, Carpe Diem Pergolettese: per realizzare un sogno talvolta basta aprire gli occhi, no?

Ah … mister Contini sa il fatto suo e non ha bisogno di consigli, per carità. Tuttavia in difesa, la coppia centrale composta da Lucenti e Bakayoko (è più tosto dell’omonimo milanista), più affiatata dà forse maggiori garanzie e coperture. Senza nulla togliere a nessuno, sia chiaro.

Stefano Mauri

(Visited 44 times, 4 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *