È disponibile il videoclip di “Lirica Antica”, il nuovo brano di Giovanni Nuti tratto da una delle poesie più famose di Alda Merini

È disponibile il videoclip di “Lirica Antica”, il nuovo brano di Giovanni Nuti tratto da una delle poesie più famose di Alda Merini

Oggi, giovedì 21 marzo, In occasione del compleanno di Alda Merini e della “Giornata mondiale della poesia”, è disponibile il video del brano LIRICA ANTICA”, brano interpretato e composto da GIOVANNI NUTI, inserito nella colonna sonora del filmFolle d’amore – Alda Merini” di Roberto Faenza.  

 

Il video, per la regia di Matteo Pelletti è visibile al seguente link: https://youtu.be/zVMn7n3LhPs

 

Il video di “Lirica Antica” inizia con la celebre poetessa Alda Merini che recita i suoi versi al Teatro Strehler, durante il concerto “Milva canta Merini”. Il regista Matteo Pelletti ha voluto per questo ricreare un set teatrale presso il Teatro Menotti di Milano, utilizzando un pianoforte ed alcuni oggetti realmente appartenuti ad Alda Merini, messi a disposizione dal cantautore: un cappello, il calco delle sue mani, alcune collane e una delle sue macchine per scrivere. Giovanni Nuti alterna canto e pianoforte, interagendo appassionatamente con cimeli di Alda e depone sulla sua sedia vuota tre rose rosse. Nel video-clip sono presenti anche alcune immagini tratte dal film “Folle d’amore” di Roberto Faenza con le attrici Sofia D’Elia, Rosa Diletta Rossi e Laura Morante che interpretano Alda Merini nelle diverse fasi della sua vita.

 

Per la canzone “LIRICA ANTICA” (Nar International/Sagapò), Giovanni Nuti ha musicato una delle poesie più famose e apprezzate della poetessa milanese. Il brano è stato arrangiato e orchestrato dal maestro Adriano Pennino, che suona il pianoforte, con un quartetto d’archi composto da: Simone Rossetti Bazzaro (violino primo), Davide Santi (violino secondo), Marco Varisco (viola), Francesco Gliozzi (violoncello). Registrazione, mix e master, sono a cura di Carlo Giardina presso il Bach Studio di Milano.

 

«Con Matteo Pelletti abbiamo voluto ricreare uno spazio teatrale, ma anche lo spazio quotidiano della poesia – Spiega Giovanni Nuti – per far rivivere i miei incontri con Alda nella sua casa sui Navigli, quando le suonavo al piano le nostre canzoni e le portavo tre rose rosse, le tre rose rosse della poesia “Prima di venire”. Nel video, sono presenti brevi flash di scene tratte dal film di Roberto Faenza che la Rai e la produttrice Elda Ferri ci hanno concesso di utilizzare e per le quali li ringraziamo. Un ringraziamento anche al Teatro Menotti che ci ha ospitato». 

 

Vincenzo Mollica ha dichiarato a Giovanni Nuti il suo apprezzamento con queste sentite parole: “La canzone è commovente, un capolavoro: la voce di Alda si unisce alla tua, al tuo canto, e si unisce in maniera perfetta. Due voci che si vivono come vasi comunicanti nel nome dell’arte e della poesia, quella pura”.

 

Giovanni Nuti è un cantautore originario di Viareggio, milanese d’adozione, ha all’attivo 12 album. Nel 1989 l’album d’esordio Al parco dei silenzi (Ricordi): dieci canzoni, tra cui “Notti di miele” con testo di Enrico Ruggeri. Nel 1991 Giovanni Nuti (EMI), con la produzione artistica di Celso Valli e i testi di Paolo Recalcati. Tra i brani: “Non è poesia”, con cui partecipa a Sanremo sezione Novità nel 1991. Per Mango scrive con Paolo Recalcati “I sensi miei”. Nel 1995, è autore della canzone “Le voci di dentro“, interpretata da Gloria, il brano vince a Sanremo il Premio della critica nuove proposte. Nel 1994 esce Disordinatevi (Mercury): nel CD una versione in musica della poesia “I sandali” di Alda Merini, grazie a ciò conosce la poetessa milanese. Nasce una profonda amicizia e un’intensa collaborazione artistica. Giovanni Nuti contribuisce a portare i versi di Alda Merini al pubblico attraverso la musica. Nella sua carriera ha realizzato con lei spettacoli e album significativi e ha ricevuto diversi riconoscimenti tra cui, nel 2018, il Premio Franco Enriquez – sezione Poesia e musica e, nel 2019, il New Renaissance Award come artista dell’anno. Giovanni Nuti ha cantato i versi di Alda Merini in Germania con Milva, in Spagna con Lucia Bosè e, in Italia, con Valentina Cortese, Monica Guerritore e Carla Fracci. Nel 2021 pubblica il volume Ho’oponopono in musica che contiene il CD con il mantra hawaiano del perdono, da lui musicato in 10 lingue. Nel 2022 è impegnato nello spettacolo “E io tra di loro – Giovanni Nuti in concerto tra Alda Merini e Milva”. Il 24 novembre 2023 pubblica “Una storia d’amore”, album omaggio a Luigi Tenco e Dalida, realizzato insieme a Grazia Di Michele. Giovanni Nuti incontra Alda Merini nel 1993 e dalla loro collaborazione che la poetessa definiva “matrimonio artistico”, sono nati diversi spettacoli che li vedono protagonisti insieme sul palcoscenico e numerose incisioni: Milva canta Merini (2004), ritorno discografico della “Rossa”, di cui Giovanni Nuti firma tutte le musiche; Poema della croce, una moderna opera sacra rappresentata anche nel Duomo di Milano e definita da Sua Eminenza card. Gianfranco Ravasi «opera di finissima e intensa esegesi musicale della grande poesia di Alda Merini»; Rasoi di seta, con 21 liriche della poetessa milanese musicate dal cantautore, tra cui “Poeti”, duetto con Simone Cristicchi; Una piccola ape furibonda, con otto testi inediti di Merini, pubblicato il 21 giugno 2010; Una pequeña abeja enfurecida, versione spagnola con la partecipazione di Lucia Bosè. Il 20 ottobre 2017 viene pubblicato il cofanetto Accarezzami musica – Il “Canzoniere” di Alda Merini, tutta la sua produzione con la poetessa milanese: 6 CD, 1 DVD, 114 canzoni, di cui 13 inedite, 21 brani con Alda Merini recitante e 29 duetti con artisti ospiti (Nar International/Sagapò).

(Visited 2 times, 2 visits today)