Ermete Aiello, Decano degli Avvocati Cremaschi, a modo suo e con la consueta verve ritorna sui … bagolari tagliati

Ermete Aiello, Decano degli Avvocati Cremaschi, a modo suo e con la consueta verve ritorna sui … bagolari tagliati

La vendetta dei bagolari. – Sul Corriere della Sera di ieri, la notizia dell’intervento da 110 mila euro per allungare il più possibile la vita di uno dei più belli alberi di Milano , la monumentale quercia rossa di piazza 24 maggio. L’esoscheletro sosterrà le branche più compromesse attraverso delle corde che sostituiranno le attuali putrelle rigide.Con tutto il rispetto per la nobiltà della quercia rispetto alla proletarietà dei bagolari di via Bacchetta e magari la diversità della situazione, mi ha colpito la modalità dell’approccio e della sensibilità ambientale: lì si cerca di salvare a tutti i costi, quì si abbatte, a prescindere. Se poi è vero, come ho appreso dai giornali locali, che i bagoiari verranno sostituiti con degli “alberi di Giuda” dovrò ricredermi sulla sensibiltà della locale amministrazione che, ad imperitura memoria e forse per penitenza , porterà il peso di un biblico tradimento.Anche se, ogni tanto, la famosa pernacchia non starebbe male.

Così postò, sulla sua pagina Facebook, l’Avvocato Ermete Aiello.

Stefano Mauri

(Visited 236 times, 33 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *