Fogliazza: l’uomo solo al timone cui gioverebbe l’arrivo di Lucchi Tuelli

Fogliazza: l’uomo solo al timone cui gioverebbe l’arrivo di Lucchi Tuelli

Cesare Fogliazza è (anche) un imprenditore appassionato di calcio con le conoscenze giuste per fare football a certi livelli e ogni tanto, come capitato del resto a Crema nel 2013, pescare l’anno giusto per vincere meritatamente sul campo. Ama fare da solo il bravo (conosce la materia e le sue alchimie) Cesare e per questo non accetterà mai soci importanti e pesanti, al massimo aprirà la porta del suo club a sponsor intelligenti e silenziosi (tipo Gagà) o a sponsorizzazioni consistenti, ma senza voce in capitolo nell’imporre le strategie societarie, che il timone spetta e tocca soltanto a lui: calciofilo (capace) e uomo solo al comando.

Toppata la stagione, perché il deus ex machina della Pergolettese da questa rosa si aspettava di più, Fogliazza ha (già) individuato il colpevole del flop in mister Roberto Venturato, paradossalmente vale a dire il trainer ideale per lavorare con lui, ergo salvo capovolte a breve Cesare sceglierà il nuovo condottiero (osservati, tra i tanti, ma non solo: Scienza, Pala, Tacchinardi, Sassarini, Maspero, Sgrò, Porrini, Montorfano, Gaburro e Bonomi) cui affidare il Pergo che verrà.

Al massimo il rapporto con Venturato (calcisticamente i due si frequentano, si mollano e si riprendono da una vita) si riproporrà tra qualche tempo. Per far bene tuttavia, o meglio, per mettere insieme un bel mix agonistico al vulcanico, Cesare (adora bere e mangiare bene, leggendarie certe sue cene o certi aperitivi con il fidato entourage, ndr) farebbe comodo un giovane, preparatissimo, bravissimo e umile tecnico alla Marco Lucchi Tuelli (ma la nomination Pala è in pole position): farci un pensierino non costa nulla.

Ma insieme alla squadra, l’ex inventore del Pizzighettone (a Crema però scorre il Serio non l’Adda) Champagne gioverebbe puntellare l’organigramma societario (aiuterebbe particolarmente il lavoro all’appassionata compagna, instancabile mente contabile Anna Maria Micheli) con nomination volenterose per rendere più presente, popolare, simpatico e seguito quel che resta (ed è una base di partenza notevole) dell’intramontabile Pergocrema. Per la cronaca, una piazza calcistica quale quella cremasca (contesto difficile e complicato) sicuramente paga i progetti calcistici di un imprenditore competente qual è Cesare Fogliazza, ma che appaga la sua natura sportiva è sempre e comunque Cremona. Ma quella della Cremonese è decisamente un’altra storia.

Stefano Mauri

(Visited 55 times, 8 visits today)