Giorgio Ronny Lucchi Lancia il suo… romanzo “I segreti della piccola Cà d’oro”

Giorgio Ronny Lucchi Lancia il suo…  romanzo “I segreti della piccola Cà d’oro”

Quindi annunciato tempo fa e atteso dopo alcune pubblicazioni di sentite poesie e appassionati aforismi, il buon Giorgio Ronny Lucchi, colui il quale, insieme al fratello Severino, ecco ha contribuito a scrivere la storia della cosiddetta Crema da … bere, Barman sensibile, attento, curioso e giramondo, finalmente ha … “portato” in libreria il suo primo attesissimo romanzo “I segreti della piccola Cà d’oro” edito da Angolazioni. Con lui abbiamo scambiato quattro chiacchiere.

Cosa racconti nel tuo libro?

E’ una sorta di storia autobiografica dato che inizia col sottoscritto, allora in giovane età nel 1968 in procinto di partire, col treno, da Crema e Venezia. Partendo da queste atmosfere tipicamente Sessantottine porterò il lettore appunto in laguna alle prese con le vicende di due sorelle e la loro misteriosa, affascinante locanda “Cà d’Oro” ubicata nella parte ebraica della stupenda, poetica e favolosa realtà lagunare. Dagli anni Sessanta e … proprio partendo da “I segreti della piccola Cà d’oro”, vedrete e leggerete vi condurrò indietro nel tempo fino ad arrivare a una ragazza ebrea e a un gerarca fascista. Ma ora mi fermo e non vi svelerò ulteriori contenuti.

Quando presenterai la tua fatica letteraria?

Domenica 16 dicembre, verso le ore 18.00, in quel di Porta Ripalta a Crema.

Sbaglio o stai già lavorando ad altri progetti?

Sì mi sono già rimesso a scrivere…

Stai forse lavorando al seguito de “I segreti della piccola Cà d’oro”?

No questo romanzo non avrà un seguito.

Ah … l’hai ambientato tra l’altro in quella che è la tua seconda città del cuore: Venezia.

Esattamente e forse non potevo fare altrimenti perché avendoci vissuto e lavorato per un determinato periodo della mia vita, oltre ad averci lasciato un pezzo di cuore, conosco un sacco di storie legate ai caratteristici scorci veneziani.

Potresti tornare a vivere quindi tra i canali un giorno?

No ho già dato, ma tra un viaggio e l’altro, ogni tanto una capatina nella mia Venice non mancherà.

E … ci andrai pure a presentare il tuo romanzo?

Mai dire mai, vedremo.

Stefano Mauri

 

 

(Visited 126 times, 19 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *