E il M5s porta in parlamento il caso Giroletti addetto stampa in Provincia

E il M5s porta in parlamento il caso Giroletti addetto stampa in Provincia

Diventa un caso nazionale quello di Matteo Giroletti assunto come addetto stampa del meo presidente della provincia di Cremona Carlo Vezzini. Dopo il pezzo su Il Fatto Quotidiano e quello del nuovo portale cremonese ArtVentuno approda in parlamento con un interrogazione al presidente del consiglio Matteo Renzi depositata dal parlamentare cremasco del Movimento 5 Stelle Danilo Toninelli.

Ecco come la racconta:

Dopo la balla in salsa renziana dell’abolizione delle Province, ecco che a Cremona la verità viene a galla. Non solo l’ente continua ad esistere e costarci un sacco di soldi, ma addirittura il nuovo Presidente della Provincia assume un addetto stampa per comunicare all’esterno l’attività politica che svolge. Avete capito bene: un presidente non eletto dai cittadini, che dovrebbe fare solo l’amministratore, spende i nostri soldi per pagare un addetto stampa che gli faccia pubblicità ai fini del consenso elettorale. E come se non bastasse sapete chi è questo addetto stampa? Un candidato sindaco del Pd a Sergnano, nonché, sembra, collaboratore parlamentare della deputata del Pd, Cinzia Fontana. Un conflitto di interessi spaventoso. E non è tutto: questo signore non è neppure iscritto all’albo dei giornalisti professionisti o pubblicisti. Questo è solo uno degli esempi di cosa questi enti possono ancora fare e di come i partiti, non di certo il M5S, li possano manipolare a proprio esclusivo vantaggio. Per tutti questi motivi, e soprattutto per permettere ai cittadini cremonesi di conosce la verità, ho deciso di presentare un’interrogazione al Presidente del Consiglio. Allo stesso tempo chiedo al nuovo presidente non eletto della nostra provincia, Vezzini, di annullare il bando di concorso e quindi l’assunzione di Giroletti, e di fare chiarezza sull’accaduto, spiegando ai cittadini i motivi di questa sua scelta.

(Visited 73 times, 12 visits today)