Gli italiani e l’auto: Le abitudini sono cambiate nel post pandemia

Gli italiani e l’auto: Le abitudini sono cambiate nel post pandemia

La pandemia correlata al coronavirus ha modificato alcune abitudini di molti italiani. Abbiamo vissuto un periodo in cui i contatti sociali, i viaggi e gli spostamenti hanno subito pesanti impedimenti. Per contro si è notata un’ampia diffusione nell’utilizzo di internet e dei social, oltre a un minore uso dell’automobile. Vi sono italiani che non usano più l’auto? In effetti no, sarebbe più corretto dire che una percentuale significativa di italiani sta utilizzando molto meno l’auto, per una serie di buoni motivi.

Cosa fare della vecchia auto

Le soluzioni possibili
Le spese fisse

Vivere senza auto in Italia è oggi abbastanza complesso, non è impossibile ma si tratta comunque di una scelta che porta con sé una serie di problematiche importanti. A partire dal fatto che avere l’auto ferma in garage comunque ha un costo, chi non la usa più dovrebbe valutare l’idea di liberarsene.

I concessionari multimarca che hanno il servizio attivo di valutazione, quotazione e compro auto usate , ritirano le quattro ruote dei potenziali clienti che le propongono, i quali ricevono un pagamento immediato con bonifico o assegno al momento della consegna, senza avere l’obbligo di impegnarsi per forza in un acquisto di un altro mezzo, tra quelli che il Rivenditore propone tra il proprio stock di Occasioni.

In questo modo si ottiene rapidamente una somma congrua al valore del mezzo, senza dover cercare un acquirente o dover perdere tempo per le questioni burocratiche correlate al passaggio di proprietà. In Italia già molte persone hanno approfittato di questa offerta, in molti casi si tratta di famiglie che hanno rinunciato al secondo o terzo veicolo di proprietà. Con un numero crescente di persone che lavora da casa possedere più di un’auto è in molti casi del tutto superfluo.

Quanti italiani vivono senza auto

Una scelta difficile
Perché adesso

All’atto pratico sono decisamente pochi gli italiani che vivono completamente senza auto. Circa il 60% degli italiani infatti usa l’auto ogni giorno, per andare al lavoro o per svolgere varie attività. Vivere completamente senza auto è una soluzione possibile solo nelle grandi città, dove i mezzi pubblici offrono una rete capillare e corse molto frequenti in ogni momento della giornata. Per altro tra coloro che hanno deciso di vivere senza auto molti possiedono comunque un veicolo; non lo guidano ogni giorno, ma solo saltuariamente, ad esempio per i lunghi spostamenti o per le vacanze. L’idea di spostarsi senza auto sta prendendo piede soprattutto in questi anni per vari validi motivi. Il primo è correlato alla possibilità di lavorare da casa, oggi disponibile per un elevato numero di italiani; si deve poi anche considerare che negli ultimi tempi il costo del carburante è molto aumentato e che non tutti possono permettersi di ridurre i consumi scegliendo un veicolo ecologico.

Meno viaggi, meno consumi

Lo smart working in Italia
Ridurre le spese

Non utilizzare l’auto è un modo per inquinare meno ma anche per ridurre le spese famigliari. Secondo l’Osservatorio Smart working del Politecnico di Milano in Italia sono oltre 5 milioni le persone che potrebbero lavorare sempre da casa; questo si traduce in moltissimi chilometri in auto risparmiati, che portano anche a ridurre i consumi e le spese per il singolo cittadino. Una soluzione che permetterebbe di risolvere alcune problematiche riguardanti il traffico in varie zone del Paese, oltre che di contenere in maniera importante la produzione di gas serra.

(Visited 13 times, 2 visits today)