Il Milan, Marcello Lippi, Antonio Conte e quelle nuove (vere?) piste cinesi

Il Milan, Marcello Lippi, Antonio Conte e quelle nuove (vere?) piste cinesi

Silvio Berlusconi, padre padrone del Milan (l’estate scorsa ha bocciato Sarri per Mihajlovic) si sarebbe messo in testa, in sinergia con il geometra (che avrebbe voluto Sarri al posto di Mihajlovic) Galliani l’idea di cacciare subito l’ex condottiero tattico della Sampdoria Miha per affidare la panchina subito a Marcello Lippi. Il tutto aspettando Conte a luglio, dopo gli Europei dell’Italia, con Lippi che resterebbe nel ruolo di direttore tecnico supportando così il lavoro dell’amministratore delegato Adriano Galliani. Intanto questi sono giorni cruciali per quanto riguarda la cessione del 48% delle quote rossonere a Mister Bee.

E in tal senso dalla Tailandia non arriverebbero buone notizie perché l’uomo d’affari tailandese ecco non parrebbe poi così interessato a chiudere la trattiva con Berlusconi. Nel frattempo dalla Cina (pista suggerita dallo stesso Lippi nella doppia veste di neo trainer e dirigente?) arrivano voci che danno cordate cinesi (tra le quali il colosso della vendita on line Alibaba, ndr) interessate a rilevare la minoranza del Milan. Insomma la nebbia intorno al glorioso team rossonero, comunque sempre appetibile sul mercato estero, persiste. E sul campo il traballante Mihajolovic appare sempre più solo.

Stefano Mauri

 

(Visited 39 times, 8 visits today)