Il misterioso sole a 11 raggi del santuario del Cantuello e l’apocalisse del cambio di poli della terra

Il misterioso sole a 11 raggi del santuario del Cantuello e l’apocalisse del cambio di poli della terra

Misteri cremaschi. Ci sono quelli noti e quelli meno noti e soprattutto quelli ancora da esplicare. Ce ne segnala uno l’architetto Magda Franzoni. Riguarda un affresco che si trova sul soffitto voltato della sagrestia del santuario di Santa Maria in Cantuello a Ricengo.

 “Vi è raffigurato un sole ad 11 raggi (particolarità da scoprire), uno spicchio di Luna e una terra piccola piccola”, racconta la Franzoni, “indagate, è qualcosa di misterioso. Ci sono in primo luogo affreschi antichi bellissimi”.

La segnalazione è di certo curiosa. E anche di difficile interpretazione. Il santuario del Cantuello, divenuto noto a livello locale per la battaglia svolta per anni dall’associazione omonima per il suo restauro, si trova all’interno del cimitero di Ricengo. Così viene descritta dal blog dell’associazione:

La chiesa sorgeva probabilmente su una ripa o un terrapieno “cautes” limitrofo alla zona paludosa dell’antico lago Gerundo. Fra le ipotesi sull’origine del nome vi è quella di “S. Maria del Capitello” che rispecchia la descrizione del luogo riportata nelle visite vescovili della prima metà del sec. XVII: un piccolo edificio, con annesso portico, dove era conservata un’immagine sacra. Nell’edificio veniva dato ricovero ai viandanti e si pregava per la propiziazione del raccolto e la benedizione delle attività agricole.  La chiesa, per la sua posizione isolata, è stata più volte utilizzata, nel corso dei secoli, come lazzaretto: luogo di isolamento per gli ammalati durante le epidemie di peste e colera. L’ultima volta è avvenuto nell’estate del 1873, in occasione dello scoppio di una epidemia  di colera.

Difficile fare delle ipotesi su un affresco del genere. Molto “grezzo” passateci il termine. Nulla di ricercato che possa assomigliare alle volte celesti raffigurate sui soffitti di diversi edifici religioni. Gli undici raggi del sole sembrano seguire l’architettura della volta. Ma 11 è anche un numero che a livello esoterico ha un significato ben preciso. Si tratta di un cosiddetto numero maestro che rappresenta diverse cose: potenza, giustizia ma anche la decadenza morale viene considerato la via alla maturità spirituale.

La posizione di sole terra e luna sono anche diciamo Copernicane, corrette, la terra è periferica e ruota attorno al sole, e non Tolemaica, il sole ruota attorno alla terra. Toccherà agli storici dire qualcosa di sensato su questo affresco misterioso, non certo a Sussurrandom. Di certo bisogna sottolineare che la chiesa è stata costruita tra l’XI e il XVII secolo. Quindi a cavallo tra il cambiamento delle teorie Copernicana e Tolemaica, che avviene tra il 1543 e il 1687.

Ma ci piace citare i ritrovamenti di affreschi della chiesa di San Nicola a Brasov in Romania dove si trova un affresco chiamato La ruota del mondo dove è possibile vedere la rotazione della Terra intorno al Sole e una serie di simbologie che sembrano suggerire lo spostamento dei poli della terra e avvallare la teoria dell’Apocalisse. Ma forse siamo entrati troppo nell’esoterico e poi la Franzoni, che ci ha tirato le orecchie per la storia del fantasma di Palazzo Terni, non ci segnala più nulla….

(Visited 244 times, 79 visits today)