Il regista, cremasco d’adozione Gianpaolo Saccomano, anticipa ‘Do you like Poe’, film anche sul Covid, con scene girate a Soncino

Il regista, cremasco d’adozione Gianpaolo Saccomano, anticipa ‘Do you like Poe’, film anche sul Covid, con scene girate a Soncino

Come giustamente hanno ricordato, via web, quelli de Il Piacenza, il pomeriggio di domenica 17 marzo, nel capoluogo piacentino, sarà dedicato alla figura e all’opera dello scrittore americano Edgar Allan Poe, grazie al regista e sceneggiatore Gianpaolo Saccomano, cremasco d’adozione, che presenterà un’anteprima del suo nuovo film “Do you like Poe” e alcune performance dedicate allo scrittore che ha di fatto inventato il racconto poliziesco. Dopo la proiezione di “Poe 2020: la Maschera della Morte Rossa”, primo dei due episodi che compongono il film che uscirà in autunno, si potrà pure assistere alla versione teatrale de “Il cuore rivelatore”, famoso racconto macabro di Poe, interpretato per l’occasione dall’attore cremonese Mario Carotti con la regia di Lole Boccasasso. Tornando a “La Maschera della Morte Rossa”, racconta, importanti tematiche sulla pandemia, trascritte dal regista, in una chiave moderna e molto vicina a ciò che si è verificato nei nostri tempi. Il film, indipendente, sta già avendo buoni riscontri in ambito internazionale e testimonia la vena creativa di Gianpaolo Saccomano già pluripremiato con “Florence in Black”, film sul Mostro di Firenze girato nel 2019, proprio in territorio piacentino, in collaborazione con Spazio Tesla e diventato un piccolo cult. All’appuntamento di domenica 17 marzo, alle 17 presso Palazzo Ghizzoni-Nasalli, via Gregorio X n.9 (ingresso a libera offerta) saranno presenti, oltre ad alcuni degli attori protagonisti del film, anche i registi Giovanni Villa e Valentina Danelli, stretti collaboratori di Saccomano. Ah… alcune scene di ‘Do you like Poe’, beh sono state girate pure nel meraviglioso castello Sforzesco di Soncino.

stefano mauri

(Visited 38 times, 38 visits today)