L’ ultimo Leonardo, Storia, intrighi e misteri del quadro più costoso del mondo stasera al Caffè Filosofico

L’ ultimo Leonardo, Storia, intrighi e misteri del quadro più costoso del mondo stasera al Caffè Filosofico

Le celebrazioni per il V centenario dalla morte di Leonardo da Vinci si aprono a Crema  a cura del Caffè  Filosofico lunedì  11 marzo 21 presso il Foyer del Teatro San Domenico  con la presentazione del libro di Pierluigi Panza “L’ultimo Leonardo”, che esplora l’affascinante mondo dei dipinti leonardeschi e in particolare la storia del Salvator Mundi.

Come trasformare una tavola acquistata per 45 sterline ad un asta 60 anni fa all’opera d’arte più cara mai venduta: ben 450 milioni di dollari ?

Sembra proprio un miracolo, una trasformazione alchemica ma è tutto vero. La storia del Salvator Mundi di Leonardo è un romanzo giallo e Pierluigi Panza ha saputo raccontarla con passione e competenza nel suo ultimo libro.

Da quando il valore economico di un quadro non è più espressione della sua bellezza è diventato come un ottovolante, una specie di future, una scommessa di valore, proprio come un fondo di investimento. A occuparsene sono i finanzieri che tessono il racconto della valorizzazione con altri compari: studiosi, art dealer, intermediari e restauratori. Questi ultimi sono i fautori della metamorfosi miracolosa, il loro ruolo è mutato da pazienti medici delle opere d’arte a sciamani, a chirurghi estetici. Così una tavola molto degradata e lacunosa attribuita a allievi, con una serie di operazioni spericolate diviene un vero Leonardo Da Vinci. È incredibile il groviglio tra arte, moda, celebrities e costruzione artefatta del consenso che oggi permea il settore dell’arte.

Il quadro (che molti esperti giudicano una semplice opera di bottega) acquistato dal principe ereditario e ministro della difesa saudita, verrà esposto nel nuovo Louvre di Abu Dhabi disegnato dall’Archistar Jean Nouvel. Così come la Gioconda è la maggiore attrazione europea, il Salvator Mundi lo sta per divenire nel mondo arabo. Una storia avventurosa e illuminante.

Pierluigi Panza è scrittore, storico d’arte e giornalista. Professore al Politecnico di Milano, ha scritto numerosi saggi di storia dell’arte e i romanzi Italiani all’opera. Casti, Salieri, Da Ponte, Mozart… Un intrigo alla corte di Vienna (Skira, 2005), Il digiuno dell’anima (Bompiani, 2007), La croce e la sfinge. Vita scellerata di Giovan Battista Piranesi (Bompiani, finalista al Premio Campiello 2009), Nati sotto la luna (Bompiani, 2011) , L’inventore della dimenticanza (2014, Bompiani) e L’ultimo Leonardo ( UTET 2018).. Scrive per il “Corriere della Sera”.

Appuntamento lunedì 11 marzo 2019. Teatro S. Domenico P.zza Trento Crema  h. 21. Caffè Filosofico, ingresso libero, presenta Marco Ermentini.

(Visited 49 times, 10 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *