La poesia per il Venerdì Santo che, mah … il triste, incomprensibile, cupo Mistero della Morte, forse nasconde luce?

La poesia per il Venerdì Santo che, mah … il triste, incomprensibile, cupo Mistero della Morte, forse nasconde luce?

Silenzio Lento

Ora è silenzio
Vero, denso, lento
Laddove prima
Era un vociare stonato
Con gente che gridava,
Intanto l’Uomo della Croce
Sofferente, umiliato, moriva;
Sì è silenzio lento
Adesso sul Golgota,
Nella Valle, tra le strade:
Col buio che avanza
Ovunque, dappertutto
Lasciando appena intravedere
Tra le nubi nere
Un raggio di luce
Che sfiora delicato,
Il viso del Crocefisso
Freddo, vinto
Eppure non sconfitto

Stefano Mauri

(Visited 37 times, 8 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *