La poesia per la musica che profuma di speranza di Yarmouk Aeham Ahmad

La poesia per la musica che profuma di speranza di Yarmouk Aeham Ahmad

Sì, Don Emilio, portando a Crema il pianista siriano Yarmouk Aeham Ahmad ha regalato a Crema, per l’ennesima volta, una bella serata di musica, poesia, cultura e soprattutto speranza. La Sussurpoesia della settimana quindi è per Yarmouk, la Siria martoriata e per Don Emilio che se non ci fosse, beh bisognerebbe inventarlo.

 

 

Musica che illumina

 

Sa illuminare

La musica

Quando parte dal cuore

Per ritornare

A esso emozionando;

Soprattutto

O meglio talvolta

Il suono forte, sincero

Fanciullescamente intonato

Di un pianoforte coraggioso

Riesce a smorzare,

Con la forza della vita

Il suono fragoroso

Sospeso tra fanatismo e business

Delle bombe

In un giorno,

Comunque qualunque

A Damasco

Stefano Mauri

 

(Visited 50 times, 12 visits today)