La sindachessa Stefania Bonaldi: il Premier Conte, disponibile, ha ascoltato la nostra fame di ripartenza

La sindachessa Stefania Bonaldi: il Premier Conte, disponibile, ha ascoltato la nostra fame di ripartenza

In serata a Cremona, con il Prefetto, il Presidente della Provincia ed i colleghi sindaci di Cremona e Casalmaggiore abbiamo incontrato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e la Ministra Paola De Micheli, in visita in Lombardia in queste ore.
Era giusto e importante un passaggio anche nel nostro Territorio, perché è vero che abbiamo reagito con grandissima dignità e rimboccandoci le maniche, ma siamo i più martoriati dal Covid -19.
Il tasso con cui il virus ha colpito la nostra Provincia, che ha un numero più ridotto di abitanti, è dell 1,66% a fronte dell’1% di Bergamo e Brescia e dello 0,57% di Milano.
Francamente un primato di cui avremmo fatto a meno, ma che deve essere considerato, sul piano sanitario, epidemiologico, ma pure di attenzione alle persone e alle imprese, anche nella fase della ripartenza.
Proprio su questi temi l’incontro è stato occasione per esprimere al Presidente alcune attese importanti, da parte dei cittadini e delle nostre Comunità. Con una particolare attenzione alle imprese e al mondo economico, che necessitano di aiuti e sostegno, ma anche alle famiglie, specie nella cura dei figli minori per i prossimi mesi.
Il Presidente ci ha ascoltato con disponibilità e con una cortesia non di maniera.
Ci ha rassicurato rispetto alle attenzioni specifiche ai Territori più colpiti, che saranno oggetto di provvedimenti in corso di definizione, così come le misure per imprese ed enti locali. Anche sul tema famiglie e minori si è impegnato a darci presto indicazioni più puntuali, comprendendo l’urgenza della situazione.
Noi Comuni siamo gli enti più prossimi ai cittadini, con noi la filiera è corta, i denari assegnati a noi, per essere vicini ad imprese e famiglie, entrano subito in circolo, noi siamo disponibili a dare una mano, a trovare soluzioni: attendiamo indicazioni dall’alto, poi, come siamo soliti fare, non ci tireremo indietro e cercheremo di stare il più possibile vicini alle nostre Comunità.
Abbiamo tutti “fame di ripartenza” dobbiamo farlo con intelligenza e prudenza e in sicurezza, ma abbiamo anche bisogno di avere prospettive e scenari che incoraggino.
Da ultimo ho voluto ringraziare il Presidente perché attraverso il Ministero della Difesa ha garantito la presenza dell’Esercito Italiano a Crema, che ha allestito l’ospedale da campo, a cui ancora oggi garantisce il supporto logistico. Un gesto importante, che ci ha fatto sentire il Paese vicino, in un momento di fatica e di sofferenza. Un gesto che ricorderemo.

Stefania Bonaldi

Inviato da iPad

(Visited 177 times, 1 visits today)