“La Teoria del Big Chord”, il nuovo album del chitarrista e compositore Renato Caruso

“La Teoria del Big Chord”, il nuovo album del chitarrista e compositore Renato Caruso

Da venerdì 12 aprile, è disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download “LA TEORIA DEL BIG CHORD (http://ada.lnk.to/LATEORIADELBIGCHORD), il nuovo album del chitarrista e compositore RENATO CARUSO, distribuito da ADA Music.

 

L’album unisce, come i suoi precedenti progetti discografici (“Thanks Galilei”, Pitagora pensaci tu” e “Grazie Turing”), scienza e musicaAl centro del progetto discografico l’origine dell’universo, indagata da illustri scienziati e astronomi a cui sono dedicati i brani e che hanno concorso alla creazione della personalissima teoria di RENATO CARUSO: la teoria del grande accordo.

 

Dal punto di vista musicale, l’intero album è dominato da un suono artificiale, risultato della sperimentazione analogica, mediante Commodore, e di una sincera passione per i suoni provenienti dai videogiochi anni Ottanta. Il progetto discografico a “8 bit” vede, inoltre, la collaborazione con i cantanti Greta Cominelli Andrea Peligro nel brano “Spielberg Il Viaggiatore”.

 

Questa la tracklist di “La Teoria del Big Chord”:

1 “Laso Il Poeta Harmonico

2 “Aristosseno Il Temperato Sensibile

3 “Filolao Il Pitagorico

4 “Tolomeo vs Copernico

5 “Boezio Il Mundano

6 “Fludd Il Suonatore Di Monocordo

7 “Keplero Il Folle Platonico

8 “Newton Il Pittore Armonico

9 “Veneziano L’Accordatore di Stringhe

10 “Spielberg Il Viaggiatore” feat. Greta Cominelli e Andrea Peligro

 

«L’album “La Teoria del Big Chord” rappresenta a pieno la mia visione – afferma Renato Caruso – Per la prima volta, esprimo a pieno il mio estro compositivo, ispirato dai miei anni passati a programmare codici e guidato dalla musica con uno sguardo attento alle sonorità che quotidianamente ci attraversano».

 

Il 7 giugno si esibirà in concerto a Milano presso la Centrale Dell’Acqua MM (Piazza Diocleziano 5) nel contesto della rassegna culturale de La Milanesiana, ideata e diretta da Elisabetta Sgarbi. Per l’occasione, suonerà alcuni brani del nuovo album, unitamente ai brani del suo repertorio.

 

«È per me fonte di immensa gioia poter partecipare come ospite alla Milanesiana tra illustre personalità – dichiara Renato Caruso – Sono onorato di poter raccontare il mio mondo attraverso alcuni dei brani più rappresentativi del mio percorso artistico e di ricerca in un contesto culturale che rispecchia a pieno la mia passione per la divulgazione musicale e scientifica».

 

Renato Caruso, classe 1982, suona dall’età di 6 anni: chitarra e pianoforte sono i primi strumenti ai quali si avvicina. Il chitarrista e compositore lavora per cinque anni presso l’accademia musicale di Ron, “Una Città Per Cantare, come docente di chitarra classica, acustica ed elettrica, teoria e solfeggio, informatica musicale e responsabile web.  Renato Caruso nel corso della sua carriera si esibisce con artisti del calibro di Ron, i Dik DikRed RonnieAlex Britti e Fabio Concato. Nel 2015 pubblica il suo primo libro “LA MI RE MI” (Europa Edizioni): un breve saggio-discorso sulla musica e il suo intreccio innovativo con le tecnologie informatiche. Nel 2016 esce il suo primo album di chitarra acustica “ARAM”. Il chitarrista crotonese è l’inventore del genere musicale “Fujabocla”, che mescola vari stili musicali, tra cui il funk, il jazz, la bossa nova e la classica. Nel maggio 2018 pubblica il suo secondo album solo guitar “PITAGORA PENSACI TU”. A luglio dello stesso anno apre il “Fiuggi Guitar Festival”, il più importante festival chitarristico d’Italia, a settembre si esibisce nell’ambito del “City of guitars”, il prestigioso festival internazionale dedicato alle sei corde di Locarno (Svizzera) e ad ottobre è tra gli ospiti del “MEI- Meeting delle Etichette Indipendenti” di Faenza (Ravenna). Nel marzo 2019 apre una data di “Off the record” (la serie di concerti di Francesco De Gregori al Teatro Garbatella di Roma). Nel 2021 pubblica “GRAZIE TURING” (Believe), l’album solo guitar, colonna sonora perfetta per immergersi nella lettura dell’ultimo libro, “# DIESIS O HASHTAG?” (OneReed, 2021). Nel 2022 mette in vendita i suoi primi tre NFT– Non Fungible Guitar (9 AM), Non Fungible Guitar (11 AM), Non Fungible Guitar (11 PM) – legati a un concetto che Renato ha sviluppato, ovvero la “Relatività musicale”. Renato Caruso è compositore e chitarrista per diversi artisti. Il 5 maggio 2023 pubblica “THANKS GALILEI” (ADA Music Italy/Warner Music Italy), l’album solo guitar disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download. Lo scorso 24 novembre si esibisce nel contesto della Milano Music Week, in apertura e in chiusura del panel di AssoConcerti dal titolo “L’armonia delle sfere. Tra note e numeri: l’armonia matematica della musica”.

(Visited 4 times, 4 visits today)