Mister Mussa dopo la sconfitta al debutto, nei professionisti, col Pergo a Lecco: “Dobbiamo cambiare pelle per la salvezza”

Mister Mussa dopo la sconfitta al debutto, nei professionisti, col Pergo a Lecco: “Dobbiamo cambiare pelle per la salvezza”

La prima panchina nei professionisti di Giovanni Mussa, è coincisa con una sconfitta per 3 a 0 a Lecco. Un risultato fin troppo pesante nel punteggio, agevolata per i lecchesi, dal gol iniziale dopo soli 10 minuti.
> Il nuovo trainer gialloblù, a fine match, così ha parlato coi media e col sito istituzionale “canarino”…
> “Dovendo affrontare una squadra in salute come il Lecco, abbiamo provato a cambiare sistema di gioco, sia per l’assenza di Luca Villa ma sopratutto con l’intenzione di essere più aggressivi. Non volevamo venire qui e fare una partita passiva. E’ evidente il nostro limite difensivo, i 51 gol subìti sono lì a dimostrarlo, e non volevamo portarci gli avversari in casa per poi andare in difficoltà. Abbiamo pensato di alzare una linea, di mettere un giocatore in più sulla linea offensiva,per andare a prenderli alti. Diciamo che la partita ha anche detto che nel primo tempo il piano tattico che avevamo preparato ha funzionato abbastanza: la partita, in questo periodo, è stata estremamente equilibrata. Noi abbiamo però purtroppo questa capacità di farci gol da soli. Abbiamo questa fragilità difensiva, su cui dobbiamo lavorare e che deriva da questa mancanza di fiducia, la mancanza di autostima. La squadra non ha fatto una prestazione sottotono, arrendevole; ha affrontato una squadra sicuramente più forte, più in fiducia in questo momento, più solida, che ha sfruttato grandissima parte delle occasioni che ha avuto. Da parte nostra qualche buon spunto in avanti l’ho visto, poi se prendi gol dopo soli 10 minuti, per di più dopo che hai sbagliato un gol davanti al portiere con due ribattute consecutive, e poi ti fai gol da solo un minuto dopo, non è certamente semplice andare poi ad affrontare una squadra che, ripeto, è più forte di noi e che si trova in vantaggio subito a inizio gara. Poi possiamo dire che è anche per questo atteggiamento che ha indotto la società ha fare delle scelte. Su questo dobbiamo assolutamente lavorare. Non possiamo rimanere piatti, monocorde, saremmo in difficoltà in modo perenne. Cercheremo di essere più aggressivi, di avere maggiore impermeabilità difensiva, di aggredire un po’ più in alto. Adesso abbiamo tutta la settimana a disposizione per poter lavorare, cercare le giuste contromisure per poter far cambiare pelle a questa squadra nei tempi adeguati, e poi giocarci la salvezza in queste ultime 8 gare.”
> Domenica prossima a Crema è tempo di Pergolettese – Trento…
>

(Visited 12 times, 12 visits today)