Le sei cantate dell’Oratorium di Eisenach eseguite dal Collegium Vocale

Le sei cantate dell’Oratorium di Eisenach eseguite dal Collegium Vocale

Non è certo stata una sorpresa scoprire la bravura del Collegium Vocale di Crema, diretto da Giampiero Innocente. – Sapendo che i componenti sanno leggere la musica e sono strumentisti o cantanti dalla seria preparazione, mi aspettavo un buon livello per quanto attiene alle loro capacità. Che infatti mi hanno convinto della seria preparazione fin dalle prime battute del magnifico Oratorio di Natale di Johann Sebastian Bach, in programma per l’importante serata. –   L’evento si è tenuto nella bellissima Chiesa della SS Trinità domenica sera, davanti a un pubblico traboccante, attento ed entusiasta della preziosa performance. –

Il Coro e l’Orchestra del Collegium, diretti dalla mano sicura di Innocente, hanno coinvolto la platea con una esecuzione davvero valida delle belle melodie del genio di Eisenach. . – Il M° Innocente aveva aperto la serata con una breve presentazione della composizione ed è stato quindi facile seguire il lavoro e apprezzarne tutto il valore –

L’Oratorio si compone di sei Cantate sacre, non sempre scritte specificamente per quest’opera, ma talvolta parodie di altri lavori. La prima cantata ha il carattere esplosivo dei grandi annunci e riguarda l’affermazione della Fede, invitando a gioire e onorare il nome del Signore. Tutto questo è espresso dal coro, seguito da un sapiente alternarsi di cori, recitativi, arie e corali espressi con profondo lirismo e commossa partecipazione.

Via via sono intervenuti alcuni solisti ad arricchire il magnifico svolgersi dell’oratorio: La bella voce calda di Eleonora Filipponi ha sottolineato un tratto tra i più significativi, seguita dall’ intervento di Mariano Amirante, oboe, e dalla suggestiva Aria con eco, gioco divertente tra due soprani e uno strumento a fiato, in cui abbiamo apprezzato l’incanto della voce angelica del sorridente soprano Ilaria Torcian. –

Incomparabile la grazia con la quale ha sostenuto il lunghissimo melisma sulla prima – a – nella frase “Ja, du Heiland sprichst selbst ja!” – Scintillante l’attacco del finale affidato alla tromba di Walter Crippa che ci ha regalato un assolo impegnativo a conclusione dell’oratoro. Applausi calorosi e interminabili; concesso un bis, tratto dalla prima cantata.

Di nuovo travolgenti applausi davvero meritati. Bravi tutti, bella serata di commiato dal neo vescovo Mons. Franco Manenti, che lascia la parrocchia. Gli auguriamo un cammino luminoso e sereno, come la musica di questo Weinachts-Oratorium che ha acceso nuove speranze nel cuore di tutti. – L’evento era finalizzato al sostegno della Campagna TENDE DI NATALE 2015.

Eva Mai

(Visited 77 times, 13 visits today)