Ristoranti chiusi, ma in tanti casi tasse e imposte da pagare non calano. E il cuoco Stefano Scolari, giustamente fa l’esempio della Tari

Ristoranti chiusi, ma in tanti casi tasse e imposte da pagare non calano. E il cuoco Stefano Scolari, giustamente fa l’esempio della Tari

Stefano Scolari, cuoco, ristoratore e patron dell’Antica Osteria del Cerreto ad Abbadia Cerreto (provincia di Lodi, ma a un tiro di schioppo di Crema. Ah … come si mangia bene da quelle parti), come tutti i suoi colleghi e i baristi, dall’emergenza sanitaria del Covid 19, con le chiusure e le limitazioni decise dai vari Dpcm per arginare la diffusione del maledetto virus, da un anno soffre le pene dell’inferno. Questo nonostante più volte, per riaprire e adeguarsi ai provvedimenti, abbia speso sempre un sacco di euro e tempo. Ebbene, via social direttamente dalla sua pagina Facebook, recentemente e giustamente, Scolari ha attirato la questione sul mancato sconto, relativo alla Tari, deciso dalla sua amministrazione comunale.  Ecco il Post di Stefano:

 

Tari 2019 = 6380€, Tari 2020 = 5530€

Visto il periodo e visto che alcune amministrazioni hanno addirittura eliminato la Tari ho chiesto la gentilezza di avere a fronte di 4,5 mesi di chiusura forzata un’ulteriore sconto… questa è la risposta. Dopo 3 mesi:

Oggetto: Richiesta riduzione Tari 2020

Buon giorno

Anzitutto mi scuso per il ritardo con cui le rispondo, anche se, in relazione all’argomento, abbiamo avuto contatti telefonici.

Le volevo precisare quanto segue:

Lo sconto applicato sulla prima rata Tari 2020 è quello previsto dalla normativa;

Come anche Lei ha evidenziato la chiusura dei locali è stata imposta dal Governo nazionale e non dall’Ente Locale.

Le norme attuali non prevedono ulteriori sconti sull’applicazione della Tari.

Come le ho già detto telefonicamente se provvederà all’adempimento entro 15 giorni dalla data della presente, nessun onere aggiuntivo dovrà applicare sulla rata 2020 ancora da pagare.      

 

Ah che meraviglioso sport tipicamente italico è la disciplina dello Scaricabarile. E intanto, ristoranti e bar, chiusi o aperti a metà, continuano a pagare. Mah …

(Visited 123 times, 17 visits today)