Sciopero mondiale per il futuro, studenti in piazza anche a Crema domani alle 9

Sciopero mondiale per il futuro, studenti in piazza anche a Crema domani alle 9

In Gran Bretagna, Svezia, Belgio e Svizzera i giovani si stanno ribellando al cambiamento climatico e alla distruzione del pianeta. Il 15 marzo in numerosi paesi del mondo gli studenti sciopereranno.

Per questo motivo come studenti aderenti a Sinistra Classe Rivoluzione abbiamo deciso di dare vita anche nella nostra città al movimento Fridays for Future. Da giorni stiamo preparando lo sciopero di venerdì con volantinaggi e striscioni appesi fuori dalle scuole. Un numero crescente di studenti sente l’urgenza del problema e la necessità di dare risposte.

Per contenere le temperature sotto l’aumento di 1,5° C sarebbe necessario ridurre del 45% le emissioni di CO2 entro il 2030.       Dai potenti della Terra non arrivano risposte, ma solo la difesa di grandi interessi economici. In nome del profitto di pochi si mette a rischio la sopravvivenza dell’umanità.

Adesso basta! Non possiamo più tollerare che sia qualcun altro a decidere delle nostre vite è giunto il momento di ribellarsi!

FERMIAMO IL CAMBIAMENTO CLIMATICO! CAMBIAMO IL SISTEMA!

SEGUE IL PROGRAMMA CON LA QUALE SCENDEREMO IN PIAZZA

  • No al  Tav,  al  Tap  e  alle  altre  grandi  opere  inutili.
  • No alla  militarizzazione  della  Val  Susa.  No  alla  repressione  degli

attivisti  No  Tav  e  degli  altri  movimenti  ambientalisti.

  • Abrogazione dello  Sblocca  Italia.
  • I fondi  per  l’Alta  Velocità  devono  essere  impiegati  per  il  risanamento  del

sistema  ferroviario  esistente.

  • Piano nazionale  di  conversione  ecologica  e  potenziamento  del  trasporto

pubblico  locale.

  • Piano nazionale  di  riassetto  idrogeologico  del  territorio.
  • No all’hub  del  gas.  I  sussidi  statali  alle  fonti  fossili  devono  essere  investiti

nella  ricerca  sulle  energie  alternative  e  in  un  piano  nazionale  di  adeguamento

al  cambiamento  climatico.

  • Esproprio e  nazionalizzazione  sotto  il  controllo  dei  lavoratori  delle  grandi

aziende  energetiche.

  • Piano nazionale per l’efficienza energetica, per la ristrutturazione delle abita-

zioni  e  la  riduzione  delle  emissioni  degli  impianti  di  riscaldamento-raffredda-

mento.

  • Esproprio, nazionalizzazione  e  riconversione  industriale  delle  fabbriche

inquinanti,  sotto  il  controllo  di  comitati  eletti  dagli  operai  e  dagli  abitanti  dei

territori.

  • Esproprio e  nazionalizzazione  sotto  il  controllo  dei  lavoratori  delle  indu-

strie  automobilistiche,  per  avviare  la  produzione  di  massa  di  auto  ecologiche

a  prezzi  accessibili.

 

 

 

 

Sinistra Classe Rivoluzione Crema – Fridays for future Crema

(Visited 64 times, 6 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *