Sussurbacco, Il Franciacorta Rosè Brut Docg Ferghettina e la sua tipica bottiglia “quadrata”

Sussurbacco, Il Franciacorta Rosè Brut Docg Ferghettina e la sua tipica bottiglia “quadrata”

Colore: buccia di cipolla; perlage: fine, persistente; aromi (naso, bocca): eleganti, avvolgenti, con note di more e lampone; struttura: ottima con persistenza altrettanto notevole. Queste le caratteristiche minimalessenziali gustative del Franciacorta Rosè Brut Docg Ferghettina, vino assai interessante (da provare e riprovare) ottenuto esclusivamente da uve pinto nero. Particolare non indifferente e certamente caratteristico: la cantina Ferghettina imbottiglia e commercializza questo Rosè in una bottiglia speciale e identificativa a base quadrata con quattro facce piane.

Questo perché durante l’affinamento (36 mesi) i lieviti possano posarsi, su una delle facce, sfruttando una superfice maggiore di quella che avrebbero potuto sfruttare se la bottiglia avesse avuto la forma tradizionale, così nel corso dei processi evolutivi tipici della lisi dei lieviti, lo “scambio” tra lieviti e vino, per così dire è … maggiore.

Il Franciacorta Rosè Brut Docg Ferghettina, grazie anche alla sua bella, tonica, importante personalità, (che vinificare da Pinot Nero al 100% porta una struttura tutta sua) va considerato “spumante” da tutto pasto, indicatissimo ad accompagnare un tipico Aperitivo Italiano, cioè senza ingozzarsi di cibo e stuzzichini mentre si beve. Il Ferghettina Rosè Brut comunque funziona benissimo pure abbinato a un bel piatto di anatra o col roast beef.

Stefano Mauri

(Visited 35 times, 1 visits today)