Un film del Centro Galmozzi per raccontare la storia del Gaget, la maschera di Crema

Un film del Centro Galmozzi per raccontare la storia del Gaget, la maschera di Crema

Il Centro Ricerca Alfredo Galmozzi presenta il documentario Maschera di Crema o dell’antica festa popolare di Carnevale. Appuntamento martedì 22 novembre alle 21 presso la Multisala Porta Nova di Crema. Era ovvio che tra le pellicole e i documentari prodotti alla fine il Centro di Ricerche Alfredo Galmozzi arrivasse anche a raccontare la storia del Carnevale cremasco e della sua maschera, la maschera di Crema, al Gaget col so uchet. Inventata nel 1955 dall’oste Paolo Risari, che vinse un concorso indetto dall’organizzazione per inventarsi una maschera cremasca.

Gagèt è vezzegiativo di gagio (pl. gagi), termine con il quale, non senza ironia, i cittadini di Crema chiamavano i contadini di campagna che giungevano a Crema per vendere le proprie merci al mercato. Il gagèt veste l’unico abito buono che ha ( ‘istìt scapàt), con vistose calze e zoccoli di legno (scalfaròcc e saculòcc) ai piedi. Porta un fazzoletto bianco e rosso al collo, un cappellaccio sulla testa e una coccarda appuntata al petto. Usa un bastone (curbèla) e tiene in braccio un cesto di vimini con un’oca (uchèt) viva.

Regia Gabriel Garcià Pavesi, che ne cura anche il montaggio, testi e poesie di Ed Warner, aiuto regia Francesco Bianchessi, fonico in presa diretta Gianpaolo Abbondio, musiche di Davide Pedrazzini, Alessandro Lupo pasini e delle Sorelle Bettinelli, interviste a cura di Gabriele Pavesi, Nino Antonaccio, Erika Zuvadelli con Augusto Zacchetti, Giancarlo Molaschi e Nicole Zecchini nel ruolo del gaget col so uchet in collaborazione con Comitato Carnevale Cremasco e Popolare per il territorio.

(Visited 325 times, 60 visits today)