13 ristoranti candidati per la Festa del Tortello

13 ristoranti candidati per la Festa del Tortello

Sono 13 le manifestazioni di interesse per partecipare, come ristoratori, a una versione inedita della festa del Tortello Cremasco, diffusa tra i locali che intendono promuovere con le loro proposte la tradizione gastronomica e dei prodotti tipici, tradizionali e locali, quali elementi rappresentativi della storia e della cultura del territorio cremasco.

In questo 2020 dove ogni manifestazione dev’essere messa in controluce rispetto alle esigenze di distanziamento interpersonale per il contenimento dell’emergenza epidemiologica, l’Amministrazione ha ritenuto opportuno individuare modalità e strategie differenti dalla consueta manifestazione in piazza Aldo Moro, pubblicando un bando, chiuso ieri, con caratteristiche completamente diverse: non più una kermesse in piazza, bensì un programma distribuito tra ristoranti che propongano un menù a base di tortelli cremaschi, salva con le tighe e altre specialità locali, con prezzi popolari.

Avere ottenuto in quindici giorni di apertura del bando 13 manifestazioni di interesse da ristoranti di Crema e del territorio dimostra la vitalità mai esausta dei cremaschi e di chi lavora in questo settore, colpito dall’epidemia ma oggi ripartito con slancio, che vogliano incoraggiare e stimolare”, commenta il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi.

 

Il tortello, emblema della gastronomia cremasca, è espressione della storia e della cultura territoriale. In quanto tale, riteniamo che possa essere un valido strumento di promozione turistica”, aggiunge l’assessore alla Cultura e Turismo, Emanuela Nichetti. “L’ufficio Attività Culturali e Turismo valuterà ora le manifestazioni di interesse pervenute e coordinerà le proposte dei ristoratori per predisporre e promuovere un’offerta ricca, un vero tour gastronomico per i cremaschi rimasti in città e per i turisti che stanno già incominciando a ritornare”.

(Visited 36 times, 2 visits today)