A Crema, tra Torrazzo e Campanile una camminata aerea di 64 metri

A Crema, tra Torrazzo e Campanile  una camminata aerea di 64 metri

Un funambolo in chiusura della ventiseiesima edizione del Franco Agostino Teatro Festival

Edizione dopo edizione il Franco Agostino Teatro Festival ha abituato grandi e piccoli, amici e istituzioni a grandi sorprese e a momenti di magia e meraviglia. Dopo alcuni anni di spettacoli di fuochi, di acrobati sui trampoli, di musicisti appesi ad una gru, di atmosfere serali e giochi di luci, la chiusura della ventiseiesima edizione del FATF non poteva essere più in linea con il tema che ha guidato tutto l’anno.

Dopo un pomeriggio animato dai bambini delle scuole del territorio, guidate da Nicola Cazzalini e da tre bande musicali in una Festa di Piazza che colorerà i Giardini di Porta Serio, a chiusura di una parata per le vie del centro all’ombra della mascotte Rataplan, il FATF vuole regalare alla città un momento di magia, leggerezza e abilità. Un evento unico nel suo genere che verrà ricordato in città per la sua specificità. Davide Spaccasassi, acrobata e funambolo molto noto nel panorama nazionale, lascerà tutti a bocca aperta attraversando letteralmente i cieli di Piazza Duomo. La sua slackline, infatti, verrà ancorata da una parte al campanile del Duomo e raggiungerà la parte culminante del Torrazzo per permettere all’artista di camminare sopra le teste di ragazzi, adulti, cremaschi, curiosi e turisti. Una passeggiata di 64 metri che ripercorre il volo della Colombina che tanto ha animato nella tradizione i cieli di Venezia.

Dopo aver accompagnato i nostri bambini e ragazzi a riflettere sul tema dell’aria durante le attività della ventiseiesima edizione, non si poteva concludere se non con un volo aereo, con una passeggiata tra le nuvole, per portare i sogni e i desideri dei nostri bambini il più in alto possibile. Sarà quindi il giovane ma già affermato artista Davide Spaccasassi a trascinarci in aria e a farci sognare.

“L’edizione del Festival ha incentrato le sue attività e le sue iniziative intorno al tema dell’aria e non potevamo concludere quest’anno in modo migliore e più simbolico. – commenta soddisfatta la Presidente Gloria Angelotti – Vogliamo quindi regalare ai nostri bambini e ragazzi la possibilità di vivere un momento unico grazie alla bravura e all’arte di Davide Spaccasassi. Sarà un momento breve ma intenso, unico ed emozionante, in cui terremo il fiato sospeso e i nasi all’insù.” Davide Spaccassi non è nuovo a questo genere di imprese: da Bologna a San Marino, attraverso alcune delle più importanti piazze d’Italia e non solo, ma anche nei paesi terremotati e tra i palazzi metropolitani, la sua slack line ha attraversato molti cieli. E non poteva mancare all’appello proprio la nostra Crema.

Un ringraziamento particolare va alla Curia che si è fatta parte attiva nell’organizzazione di questo evento, e in modo speciale a Marcello Palmieri per il suo supporto, insieme al Comune di Crema, nelle persone del Sindaco Fabio Bergamaschi e dell’Assessore alla Cultura Giorgio Cardile.

“E’ significativo pensare che grazie al FATF il campanile della Cattedrale e il Torrazzo del Comune saranno materialmente unite da un filo. – commenta Marcello Palmieri, Presidente del Consiglio di Amministrazione della Cattedrale cittadina – Penso che l’immagine restituisca in modo formidabile ciò che il nostro consiglio sta cercando di attuare in questi mesi: costruire un ponte tra chiesa e città, presentando il Duomo, l’area archeologica della cripta e il suo campanile come un tesoro che appartiene non solo alla comunità cristiana, ma alla cittadinanza tutta.”

Un ponte fisico e ideale che parte dai bambini e dai ragazzi, dai loro sogni e dalla loro fantasia per sviluppare progetti condivisi a favore della città.

(Visited 8 times, 8 visits today)