Agnese Moro ospite degli Incontri Improbabili della Consulta dei Giovani

Agnese Moro ospite degli Incontri Improbabili della Consulta dei Giovani

L’evento era volto ad approfondire il tema della giustizia riparativa attraverso un dialogo e una
condivisione di memorie tra quattro dei protagonisti del percorso che ha portato alla scrittura de
“Il libro dell’incontro” (Il Saggiatore, 2015), ovvero Agnese Moro (figlia di Aldo Moro), Grazia
Grena (giàappartenente ai gruppi armati e ora presidente di Loscarcere), Guido Bertagna
(mediatore) e Elena Pezzotti (una tra le persone che parteciparono al gruppo come testimoni
dell’incontro).
Il libro dell’incontro nasce da un gruppo numeroso di vittime, familiari di vittime e responsabili
della lotta armata che dal 2008 ha iniziato a incontrarsi, a scadenze regolari e con assiduità
sempre maggiore, per cercare – con l’aiuto di tre mediatori – una via altra alla ricomposizione di
quelle fratture legate ai conflitti dei cosiddetti ‘anni di piombo’.
Durante la mattina della stessa giornata si è svolto anche un incontro riservato agli studenti e alle
studentesse di due Istituti di Istruzione Superiore di Crema. Tale evento è stata la tappa
conclusiva del progetto “La giustizia dell’incontro”, un progetto dedicato alla giustizia
riparativa che la Consulta Giovani di Crema, in collaborazione con il Gruppo dell’incontro, ha
proposto agli Istituti nei mesi precedenti e che ha visto gli studenti impegnati in diversi
appuntamenti a partire da giovedì 4 aprile 2024.
Il progetto intendeva sollecitare una riflessione critica sui processi di giustizia e di riparazione
proponendo ai giovani cittadini uno spazio di riflessione all’interno del proprio processo
formativo. “Incontri improbabili” e “La giustizia dell’incontro” rientrano nel percorso “57 giorni,
Strade di Legalità”, un progetto della Consulta Giovani di Crema nato nel 2018 che si sviluppa
tra il 23 maggio e il 19 luglio, le due date che segnano l’anniversario delle stragi di Capaci e di via
d’Amelio.
Nel tempo, i giorni tra queste due date sono diventati un contenitore all’interno del quale la
Consulta proporre alla città incontri ed eventi legati ai temi della giustizia e della legalità e
affrontati ricorrendo ai linguaggi, ai mezzi e agli strumenti di comunicazione dei giovani.
Il percorso iniziato il 23 maggio 2024 ha come filo conduttore il tema del carcere e si articola in
una serie di eventi volti ad approfondire diverse sfumature e prospettive di tale fil rouge.

(Visited 10 times, 10 visits today)