Amarsi a Soncino: la poesia per il Borgo più bello e misterioso d’Italia (e gli Ufo)

Amarsi a Soncino: la poesia per il Borgo più bello e misterioso d’Italia (e gli Ufo)

Amarsi a Soncino (Ad ArtiDesignImpresa)

 

 

Mancavano solo e forse

Giusto gli Ufo,

Segnalati, avvistati

Nei cieli del Borgo

Mentre l’arte e ArtiDesignImpresa

Alla Filanda

Portano gente, attenzioni;

Ecco giusto gli Ufo

Loro che tutto, o quasi

Forse sanno

Chissà potrebbero gridare

Nel cielo, al vento

Quella voglia di te

Che mannaggia a me

Non riesco a scacciare,

Così ora che tu sei distante

Vorrei tanto tornare

A bruciare di passione

Come ai bei tempi andati,

Allorquando dopo il primo Champagne

Scoppiava la magia

Che tutto scoperchiava

E amarsi a Soncino,

Un po’ dove capitava,

Era vitale necessità

Impossibile da arginare

Stefano Mauri

 

(Visited 43 times, 11 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *