Analisi del Mercato assicurativo RC Auto 2015 – 2016 a confronto

Analisi del Mercato assicurativo RC Auto 2015 – 2016 a confronto

Si è da poco concluso un altro anno ed è tempo di bilanci e analisi del mercato anche per quanto riguarda il settore assicurativo, in modo particolare per il ramo delle RC auto. Il confronto con i dati relativi al 2015 consente di formulare un’analisi completa sui trend del 2016. Il confronto tra i dati raccolti sul mercato assicurativo mostrano un panorama discreto. Quest’anno le compagnie hanno fatto fronte ad  una minor raccolta totale di premi assicurativi auto rispetto all’anno precedente. Per quanto riguarda gli intermediari per il ramo rc auto prevalgono ancora le agenzie tradizionali, seppure non sia da sottovalutare l’utilizzo dei comparatori e delle agenzie dirette.

Sono cambiate molto rispetto all’anno precedente le tipologie di automobili assicurate dagli italiani con un’elevata crescita degli autocarri che costano meno dal punto di vista dei premi e una maggiore vecchiaia delle auto circolanti sul territorio nazionale. Gli italiani si rivelano molto virtuosi, con una buona percentuale di assicurati in prima classe di merito, anche se il costo dei sinistri si rivela leggermente più alto.

L’Italia non è ancora il Paese più economico per le assicurazioni auto rispetto agli altri Paesi europei. Ad ogni modo i prezzi medi rispetto al 2015, nel 2016 si sono rivelati in calo. C’è ancora però molta differenza tra le Regioni italiane: al Sud il costo della polizza auto è decisamente più elevata rispetto al Nord del Paese, come ci confermano le analisi di settore da parte dei broker assicurativi online.

  • RC AUTO: DATI GENERICI SUL MERCATO

In generale l’IVASS ha rilevato un calo dei premi complessivi rispetto al 2015 del 6,2 %. Per quanto riguarda il ramo rc auto in Italia le compagnie assicurative hanno incassato 10 Miliardi, con un calo del 5,9 %.

  • RC AUTO: COME VENGONO SOTTOSCRITTE

Ad accaparrarsi la maggior parte del mercato assicurativo delle RC auto in questo 2016 sono le agenzie con mandato che sono l’85 %, pur segnando comunque un calo dello 0,7 % . La vendita online è stabile, ma in costante e lenta crescita grazie al continuo fiorire di comparatori online che aiutano gli assicurati ad individuare molteplici e immediate soluzioni assicurative.

  • RC AUTO: LE CARATTERISTICHE DELLE AUTO ASSICURATE

Nel 2016 si è rilevata un intenso aumento delle immatricolazioni degli autocarri: rispetto all’anno precedente l’aumento è del 44 %. La scelta degli italiani di immatricolare autocarri rispetto a tradizionali automobili e furgoni è un indicatore importante. Quest’anno gli italiani hanno scelto di risparmiare sul costo della responsabilità civile auto acquistando mezzi classificati come autocarri.

Gli italiani quest’anno hanno anche scelto più spesso la mobilità condivisa, un’altra indicazione di come la crisi economica si rifletta anche sul settore assicurativo dell’rc auto.

L’Italia vede una maggioranza di auto circolanti con più di 6 anni (quasi il 73 % del totale), anche se qualche segno di crescita del numero delle auto nuove è presente. Le richieste di assicurazione per auto nuove nel corso del 2016 sono state solo il 5,6 %, per auto usate del 17,1 %. Il restante mercato assicurativo auto è dato dal rinnovo di polizze di auto già in possesso dei soggetti.

  • RC AUTO: IL PROFILO DEGLI AUTOMOBILISTI

Un record assoluto invece la crescita degli automobilisti appartenenti alla prima classe di merito, che raggiungono il 58,5 %. Gli italiani che non hanno commesso sinistri negli ultimi 5 anni raggiungono quasi l’85 %. Altre statistiche rivelano che ad aumentare sono invece i sinistri quasi del 2 % e a lievitare sono pure i costi medi dei sinistri di oltre il 2 %.

  • RC AUTO: LE GARANZIE PIU’ RICHIESTE

Tra le garanzie richieste a completamento della polizza rc auto obbligatoria aumentano quelle relative al furto e incendio che passa dal 17,8 % del 2015 al 21,5 % dell’anno in via di chiusura.

  • RC AUTO: ANDAMENTO DEI PREZZI

I prezzi dei premi auto sono in continuo calo, seppure l’Italia si riveli uno dei Paesi in cui la polizza è più cara a livello europeo. I preventivi medi richiesti per polizze di responsabilità civile auto corrispondono a circa 756 euro, un 4 % in meno rispetto all’anno precedente, nonostante nel corso del 2016 il prezzo del premio sia salito del 7,4 %.

La Regione in cui l’assicurazione auto costa meno è la Valle d’Aosta, mentre quella in cui è più cara è la Campania.

(Visited 186 times, 15 visits today)