Antonio Bonetti lancia il Pan Dolce e urla: “Il Tortello si chiami solo Cremasco”

Antonio Bonetti lancia il Pan Dolce e urla: “Il Tortello si chiami solo Cremasco”

Allora, l’anno prossimo, ovviamente sempre fedele al suo Bistek di Trescore Cremasco, festeggerà i suoi primi 50 anni di carriera (Auguri), intanto, così per vedere l’effetto che fa, dopo aver inventato Le Gnocche Cremasche, Antonio Bonetti creativo, ricercatore e vulcanico cuoco appassionato, ecco ha lanciato una nuova creazione. Siamo andati a trovarlo per capire cosa sta bollendo nella sua genuina e fragrante pentola d’autore.

Sbaglio o in forno hai una nuova, particolare creazione?

Sì, da buon figlio di panettiere, essendo tra l’altro la pasta lievitata una bella tradizione gastronomica tutta italica, recentissimamente ho ideato il morbido Pan Dolce Cremasco con appunto leggera farcitura, scusate la ripetizione, al Tortello Cremasco, degna compagna questa portata per …accompagnare scaloppine al fegato grasso d’oca, Salva Cremasco stagionato o per fare la scarpetta nel piatto dei Tortelli o della Gnocca e … perché no, come dolcetto a fine pasto.

Quest’anno voi Tavolieri affiliati alle Tavole Cremasche tra l’altro sarete ancora protagonisti con la rassegna estiva “Tortelli & Tortelli”…

Sì torneremo in piazza Aldo Moro a Crema in pieno periodo di Ferragosto.

Ma non è un paradosso… tutto cremasco alla fine proseguire nella strada divisiva di proporre due Tortellate indipendenti?

Che vuoi che ti dica, per quanto ci riguarda eravamo pronti al dialogo, ma il discorso, nonostante ribadisco la nostra massima disponibilità, mai è stato opportunamente approfondito.

Nel frattempo i Tortelli Dolci, sempre poco conosciuti in rapporto a ciò che potrebbero essere e diventare sul Serio, a Desenzano, quindi in zone a noi vicine per esempio, beh non sono conosciutissimi…

Intanto, data la particolarità della nostra pasta ripiena per eccellenza, chiamiamola, la nostra prelibata specialità solo e sempre Tortello Cremasco, un modo questo per identificarla, tipicizzarla ed elevarla, che Tortello Dolce, oltre a suonare stonato la penalizza di brutto dando addirittura l’idea strampalata che possa essere un dolce. No? Poi ben vengano tutte quelle vere, lungimiranti e proficue proposte tese a valorizzarlo, il Tortello Cremasco. Ok?

Isabella Radaelli e Annalisa Andreini hanno in rampa di lancio un libro sul Tortello Cremasco?

So tutto, ho parlato più volte con loro e penso siano ormai pronte ad uscire in libreria dopo l’estate. Ovviamente il loro volume è assolutamente il benvenuto.    

Stefano Mauri

 

(Visited 166 times, 7 visits today)