C’est la vie, la poesia per chi non sa, non vuole o non riesce a svoltare, ma … deve

C’est la vie, la poesia per chi non sa, non vuole o non riesce a svoltare, ma … deve

C’est la vie

 

Mentre C’est la vie

Canzone estiva, Dance

Ammiccante scorre alla radio,

In piedi al bancone

Attendo distratto

Un espresso bislacco,

Se non che all’improvviso

Accompagnata a un ragazzo

Apparentemente felice, coinvolta

Entri tu,

Ma fingi di non vedermi

Rifiutando il mio sguardo,

Così C’est la vie

Da tormentone estivo

Per me diventa

Tormento primaverile:

Inghiotto il caffè,

Ti spio da uno specchio,

Il barman cambia stazione

E a me col magone

Altro non resta

Che lasciare il suo bancone

Stefano Mauri

(Visited 68 times, 28 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *