Cigni al Canale: la poesia per il Mare del Granducato e per i suoi cigni …

Cigni al Canale: la poesia per il Mare del Granducato e per i suoi cigni …

Cigni al Canale (sì a Crema e al Vacchelli sono arrivati pure i cigni)

 

 

 

Incuranti del freddo

Come quella volta al bar

Quando nonostante le Champagne,

Beh avevo occhi solo per te…

Ecco due cigni:

Fantastici, bianchi, sicuri

Festanti, curiosi

Nuotano nel Canale,

Mare del Granducato d’estate

Oasi appartata in quest’inverno,

Con loro, incuranti del freddo

Nell’acqua intenti a ricercar qualcosa:

Cigni spaesati,

Chissà se innamorati

In una ricerca impegnati,

Come quella volta in quel bar

Quando nonostante lo Champagne,

Perso nei tuoi occhi

Mi imbattei nelle bellezza per caso,

Spaesato come oggi i cigni

Stefano Mauri

(Visited 62 times, 7 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *