Così Moussa Assef, via social racconta la sua voglia di correre e di vita dopo tanta paura

Così Moussa Assef, via social racconta la sua voglia di correre e di vita dopo tanta paura

“Dopo un lungo viaggio pericoloso per immigrare è stata durò, pericoloso che sia nel giorno che la sera, un viaggio della morte ma solo per cambiare vita , per cercare una altra sperienza nella vita, essere più sicuro , di avere voglia di fare le cose juste , di essere un uomo felice e coraggioso, per potere aiutare la mia famiglia e sopratutto è sta una bella esperienza .

Nel viaggio ho incontrato delle persone chi mi hanno datto il coraggio, chi mi hanno fatto capire cose la vita, ho vissuto il male e il bene , ma di più il male stare 18 giorni chiuso dentro una casetta , mangiare solo una volta nel giorno , per mangiare 2 volte mi portavano a lavorare nel giorno, di la ho saputo che il mondo è piccolo e niente non facile.

Ho imparato tante cose nel viaggio, a dividere , a aiutare, a avere il coraggio, credere a miei stessi, ho provato a salvare e avevo riuscita a farlo perché ho salvato 130 persone nel Mediterraneo ma non ho mai ricevuto il ringraziamento. È difficile da spiegare ma il giorno arriverà spiegherò tutto alle persone chi hanno voglio di capire e sapere la realta quando avremo l’occasione. Sono arrivato in Italia e sono felice ho provato e ho riuscito a essere integrato, a imparare, a conoscere e a sapere alcune cose , a parlare la lingua, essere conosciuto nella cità che sono (CREMA). E questa cità mi ha aiutato a avere il mio permesso di soggiorno a essere in regola. Sono fiera , felice di partecipare hai attivata sportivi e di essere amato nella cità e grazie alla mia squadra di atletica #nuavavirtuscrema . Comunque dopo di avere vissuto la felicità, la cattiveria che c’è in giro credo proprio che il dolore cambiare la mia vita e ci andrò avanti anche se tutto sembra complicata. E grazie a tutte le persone chi mi aiutano. E avevo dimenticato di dirvi e di farvi vedere quello che #lanuovavirtuscrema ha fatto di da Dicembre 2017 a oggi quello chi mi ha fatto diventare più integrato”.

Così parlo via social, su Facebook, il buon Moussa Assef, Atleta e ragazzo che ha solo voglia di correre e vivere: Chapeau!

sm

(Visited 133 times, 30 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *