Crema accetta la sfida del cubo di ghiaccio, dal 26 maggio il progetto CasaClima arriva in piazza Duomo

Crema accetta la sfida del cubo di ghiaccio, dal 26 maggio il progetto CasaClima arriva in piazza Duomo

La “Sfida del cubo di ghiaccio”, manifestazione itinerante promossa dal Network Lombardia CasaClima, farà tappa a Crema. Soldi, Salute, Semplicità e Stile, queste le 4 “S” che riassumono le caratteristiche chiave che contraddistinguono le costruzioni ad alta efficienza energetica protagoniste dell’esperimento, come ha commentato Beppe Severgnini in occasione della precedente tappa milanese.

Il 26 maggio prossimo due blocchi di ghiaccio da circa un m3 ciascuno saranno posizionati nella centralissima piazza Duomo di Crema, a due passi dall’antica Torre Pretoria, dove resteranno fino al 9 giugno: il primo esposto all’aria aperta, il secondo custodito da una struttura in legno e sughero, progettata per simulare le prestazioni di un edificio in standard CasaClima, caratterizzato da elevato isolamento ed altissime prestazioni energetiche.

La sfida sarà vinta solo se, dopo 14 giorni di esposizione al caldo e alle intemperie, il secondo cubo avrà mantenuto quasi intatto il suo volume.

A curare l’installazione, dalla forte valenza architettonica, BLM Domus, specialista italiano delle case passive in legno e principale promotore di un nuovo concetto di abitare sostenibile: il passivo mediterraneo, pensato per adattare gli standard delle case passive alle caratteristiche climatiche della nostra penisola. Partner dell’iniziativa l’azienda Tecnosugheri, che ha fornito la coibentazione in sughero.

“Con questo esperimento vogliamo sfatare alcuni tabù sulle case a basso consumo, come i limiti estetici e i costi elevati, sensibilizzando invece il pubblico sui loro reali vantaggi – spiega Marco Bevilacqua, direttore tecnico di BLM Domus. “Alle quattro “S” di Severgnini aggiungerei Sicurezza e Sostenibiltà. Questi edifici contribuiscono infatti alla riduzione dell’impatto ambientale e al risparmio energetico, due esigenze fondamentali con cui il mercato edilizio deve necessariamente confrontarsi. A Milano il cubo contenuto nell’involucro ha mantenuto intatto il 96% del suo volume, mentre l’altro si è sciolto in meno di tre giorni. A Crema vogliamo fissare un nuovo record”.

Per tutta la durata della manifestazione è prevista inoltre una serie di convegni ed eventi formativi sul tema dedicati ai professionisti del settore edilizio, ospitati nella splendida cornice della Sala dei Ricevimenti.

 

(Visited 41 times, 7 visits today)