Dario Hubner ex bomber operaio beh ha una birra, franciacortina, tutta per lui 

Dario Hubner ex bomber operaio beh ha una birra, franciacortina, tutta per lui 

“Abito in campagna, a Passarera, un paesino di 350 persone a cinque chilometri da Crema. Piena pianura padana, ci sono gli animali, a 200 metri da me le mucche. A 57 anni (compiuti lo scorso 28 aprile, auguri) sono un nonno e un pensionato felice. Non dico che mi godo la vita perché non vado ogni due mesi in vacanza. Però mi piace pescare con gli amici sull’Adda, andare a funghi e, con la bella stagione, tirar fuori dal garage la moto e organizzare gite: i passi, lo Stelvio, Livigno, una bella mangiata e poi si torna a casa. C’è chi per divertirsi ha bisogno di andare a Las Vegas e chi si accontenta di molto meno
Fossi stato più ruffiano, ora allenerei da qualche parte. Ho seguito tutti i corsi, teoricamente potrei fare il Ct della Nazionale ma non ho richieste perché non ho accettato compromessi, neanche nelle squadre giovanili. Non posso scegliere soltanto quattro giocatori e vedermi imporre gli altri perché sono il figlio dello sponsor, il cugino del procuratore e il nipote del presidente.”

Così parlo’ in un’intervista concessa a Fanpage, Dario Hubner, ex bomber di provincia e calciofilo diretto, chiaro, non disposto al compromesso. Ah … se vi capita di leggere, da qualche parte, di quella volta che Dario fu beccato dall’allenatore perché fumava nello spogliatoio, non credeteci, non è vero. Invece è verissimo che, quelli del microbirrificio artigianale, appassionatamente agricolo e franciacortino, Curtense (www.curtense.it), al mitico Dario hanno dedicato una birra… tutta da gustare!

stefano mauri

(Visited 21 times, 21 visits today)