Dario Hubner, via social, spiega come si calcia il … calcio di rigore. Ah che Bomber era il Dario nazionalpopolare!

Dario Hubner, via social, spiega come si calcia il … calcio di rigore. Ah che Bomber era il Dario nazionalpopolare!

Il calcio di rigore. 

Apparentemente una delle conclusioni più semplici, perché ravvicinata e senza avversari di mezzo, tranne il portiere. 

Eppure così sentita emotivamente, capace di far provare allo stesso tempo sentimenti sempre contrastanti, un misto di euforia e tensione. 

Si appoggia delicatamente il pallone sul dischetto. 

Si alza lo sguardo, incrociando gli occhi dell’estremo difensore. 

Una breve rincorsa, respiro profondo per liberare la mente da tutti i pensieri esterni che ne possono influenzare l’esecuzione. 

Scelta dell’angolo ed infine tiro. 

Che sia gol oppure no, mai abbattersi. 

Perché d’altronde, non è da questi particolari che si giudica un calciatore .

 

Così postò sulle sue pagine Social Dario Hubner, ex centravanti d’area e grande Bomber dell’Italia nel e del pallone.

sm

(Visited 11 times, 11 visits today)