GianMarco Tognazzi: “Il futuro dei cinema passa anche dal recupero piccole sale cittadine. A Cremona la sala Tognazzi merita di essere recuperata”

GianMarco Tognazzi: “Il futuro dei cinema passa anche dal recupero piccole sale cittadine. A Cremona la sala Tognazzi merita di essere recuperata”

“Il futuro delle sale cinematografiche potrebbe passare dalla riscoperta delle piccole sale cittadine. Perché quindi non fare qualcosa per recuperare il Cinema Tognazzi chiuso da troppo tempo? La ripartenza post pandemia, o meglio, la convivenza col virus ci ha insegnato a riscoprire i negozi di prossimità in un certo senso, no? Ergo poiché non rilanciare i piccoli cinema cittadini”?  

Così, tra una tappa e l’altra del suo tour, per locali cremaschi clienti de La Tognazza: realtà vitivinicola interessantissima, creata alla fine degli anni Sessanta dal grande Ugo Tognazzi, sabato scorso, sull’automobile guidata da Massimo Mascherpa (rappresentante e distributore dei vini ToscoLaziali), si è espresso GianMarco Tognazzi, VinificAttore ed Eccellenza Italica da esportazione.

Il concetto è stato poi ribadito a gran voce, dallo stesso GianMarco e del fratello Ricky, domenica scorsa, a margine della presentazione del libro, Il Rigettario, riedizione (Fabbri Edizioni) di un grande classico della cucina, firmato da un mito del cinema italiano.

Sì è un vero peccato che la sala cinematografica di Cremona, dedicata al suo figlio illustre, sia chiusa e dimenticata da anni. Ergo sarebbe buona cosa se le istituzioni cremonesi, accogliessero l’appello di GianMarco, artista straordinario che, di cinema, qualcosa capisce, no?

stefano mauri

(Visited 34 times, 7 visits today)